NOTIZIE BASSANO TG



 

23.04.2014
SI SPACCIANO PER ESPONENTI DELLA ‘NDRANGHETA, IN MANETTE CANDIDATO M5S DI BASSANO
Candidato del movimento 5 stelle di Bassano in manette. Stefano Costa36 anni di Campese deve rispondere di rapina aggravata, porto abusivo di armi, tentata estorsione, sequestro di persona. Arrestato assieme a lui Nerio Corò, 45 anni di Noventa di Piave, libero professionista. I militari del Norm di Cittadella unitamente ai colleghi della stazione di Camposampiero, sono risaliti a loro dopo mesi di indagini e questa mattina è scattato il blitz. I due si sono spacciati prima per finanzieri, poi per esponenti della ‘Ndrangheta. I fatti risalgono al 28 novembre dello scorso anno quando la vittima, titolare di un’azienda dell’alta padovana specializzata in serigrafie, era stata contattata da Costa e Corò per lavoro. Appuntamento prima sul ponte degli alpini di Bassano, quindi a Campese. Qui è stato avvicinato da Stefano Costa, che si è spacciato per finanziere e l’ha dichiarato in arresto per evasione. Subito dopo il 36enne l’ha imbavagliato, legato e sotto la minaccia di coltello, l’ha immobilizzato nella sua auto, trasportandolo in un luogo isolato chiedendogli 200 mila euro. Liberato, su impegno di pagamento, l’imprenditore ha subito denunciato il fatto ai carabinieri. I due hanno continuato con le intimidazioni. Sino a stamattina, quando sono stati raggiunti dai militari. Il bassanese Stefano Costa si trova al san Pio X, mentre Corò è ai domiciliari.

23.04.2014
ALL'OSSARIO "IMPEGNO PER BASSANO" DI FEDERICA FINCO
Presentata oggi la lista "Impegno per Bassano" a sostegno della candidatura di Federica Finco.

23.04.2014
GIANNI ZEN SCENDE IN CAMPO E SOSTIENE BERNARDI
Decide di scendere in campo il preside del Liceo Brocchi Gianni Zen e si presenta nella lista Bassano Futura a sostegno del candidato sindaco Dario Bernardi.

23.04.2014
METALBA, ENTRO UNA SETTIMANA ARRIVANO GLI STIPENDI
Sembra avviata ad una conclusione positiva la vicenda della Metalba, l’azienda ha dato mandato di pagamento di una parte degli stipendi di Marzo: circa mille euro. I dipendenti dovrebbero già riceverli tra domani e lunedì. E’ un segnale molto incoraggiante sul futuro di azienda e dipendenti. Già alle sei di questa mattina i lavoratori della Metalba si erano riuniti in assemblea. Un’assemblea dai toni più distesi dopo l’arrivo di una comunicazione ufficiale degli avvocati dell’azienda, arrivata ieri in tarda serata, che confermava l’elezione a breve di un nuovo consiglio d’amministrazione. Era questa la condizione determinante posta dagli istituti di credito che dovranno finanziare il debito dell’azienda. La Metalba dovrebbe quindi passare da un amministratore unico ad un consiglio di amministrazione composto da quattro membri: tutte personalità che godono della fiducia sia delle banche che della proprietà. Ora manca l’ultimo passaggio formale: il nuovo consiglio di amministrazione deve essere eletto dall’assemblea dei soci, che dovrebbe essere convocata per i primi di Maggio.

23.04.2014
“IL GOVERNO FINANZI LA MESSA IN SICUREZZA DEL VENETO”
Se il Governo non sa come spendere i soldi per la messa in sicurezza del territorio li dia a noi. E’ una provocazione fino a certo punto quella lanciata dal governatore Zaia, anche perché 600 milioni sono necessari per opere reputate urgenti. Non solo veneto chiede quindi che rientrino almeno un po’ dei fondi mandati a Roma, ma si opporrà a nuovi tagli alla sanità necessari per ripianare i conti allegri di altre Regioni. Per Zaia è come venissero chiesti sacrifici ad Abele mentre Caino continua a d essere premiato. Ma il presidente ne ha anche per i famosi 80 euro in busta paga. Sull’allarme profughi Zaia ha idee altrettanto chiare: il Veneto boccia l’ipotesi di ospitarne altri.

23.04.2014
PIU’ TASSE PER LE BANCHE, MA NON PER TUTTE
La manovra Renzi colpisce anche le banche, che si vedono raddoppiate la percentuale di tassazione. Ma la regola non vale per tutti gli istituti di credito.

23.04.2014
LADRI AL BAR, VIA 400 EURO
Ladri nella notte al bar Samsara di viale delle Fosse, a Bassano. I malviventi dopo avere forzato la porta d’ingresso, sono entrati nel locale ed hanno rubato 400 euro contenuti nel registratore di cassa. Indagano i carabinieri di Bassano del grappa.

23.04.2014
POSTE DI ROSSANO VERSO LA RIAPERTURA
Inizieranno il 28 aprile i lavori per la restauro dell’ ufficio postale di Rossano veneto, che dovrebbero concludersi il 3 giugno, come assicurato dai vertici di poste italiane dopo l’incontro di questa mattina. Tempi giustificati dagli ingenti danni provocati dall’incendio che colpì lo sportello lo scorso 25 gennaio quando malviventi fecero esplodere il postamat. Una chiusura che ha creato non pochi disagi ai nella popolazione, come sottolinea il sindaco Morena Martini. E’ necessaria una bonifica eseguita da una ditta specializzata per poter riabilitare i locali e renderli accessibili agli utenti.

23.04.2014
AL BANCO ALIMENTARE E’ ANCORA PASQUA
E’ ancora festa al banco alimentare di Rete Veneta: tante le donazioni di uova di cioccolato, e poco importa se la Pasqua è già passata. Colori, sorprese e dolcezza hanno rallegrato soprattutto i più piccoli. In continuo aumento il numero di famiglie italiane che si rivolgono alla struttura di S. Artemio. Cibo, vestiti, ma anche libri: a donarli, oggi, una giornalista e scrittrice trevigiana, ormai amica abituale del banco alimentare.

23.04.2014
“ I LIBRI SONO COME LA MENTE”
Leggere, che passione, ne sanno qualcosa le centinai di ragazzini che oggi hanno part3eciapto alle tante iniziative promosse in occasione della giornata internazionale del libro e del diritto d’autore. Nel cuore della città, in biblioteca, gli studenti sono stati coinvolti nella lettura di libri, in manifestazioni estemporanee a sostegno della lettura, alo slogan “I libri sono come la mente: funzionano solo se li apri”. Un motto condiviso dai piccoli che abbiamo incontrato nella biblioteca civica di Bassano.

23.04.2014
SEQUESTRATA DROGA PRONTA PER LO SPACCIO
I Carabinieri di Gazzo hanno arrestato in flagranza, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Matteo Tonon, 27enne vicentino. Nel corso di perquisizioni domiciliari, i militari hanno rinvenuto nella sua abitazione mezzo etto di cocaina, un etto di MDMA, oltre a dosi di anfetamina, ecstasy e ketamina. Sequestrati anche più di 2500 euro, provento dell’attività illecita.

23.04.2014
NASCE LA FONDAZIONE DI COMUNITA’ ALTA PADOVANA
Coinvolgere la comunità per sostenere interventi e servizi nei confronti della popolazione che ha bisogni di natura sociale socio sanitaria. Nasce con questo scopo la fondazione di Comunità Alta Padovana, il cui sottotitolo - visto il numero di adesioni - potrebbe essere uniti si combatte e si può vincere la crisi: l’Ulss 15 e tutti i comuni della conferenza dei sindaci compresi nel suo territorio, Etra e Confcooperative di Padova. Presidente del neonato soggetto il vice sindaco di Carmignano Alessandro Bolis, scelto dai 28 sindaci che fanno riferimento all’Ulss 15.

22.04.2014
DIMINUISCE L’IRAP UN PRIMO PASSO VERSO LA RIPRESA
Renzi diminuisce l’Irap. Un primo passo a favore delle imprese, anche se la strada verso la ripresa è ancora molto lunga, come dichiara il presidente della confartgianato bassanese Sandro Venzo.(VB)

22.04.2014
OMICIDIO BENZINAIO VICENTINO, 17 ANNI IN APPELLO A ZUCCOLLO
La Corte d'assise d'appello ha abbassato oggi la condanna inflitta a Roberto Zuccollo l’ex istruttore di body building che aveva ucciso durante una rapina, il benzinaio di Thiene Franco Zoppello: i 19 anni comminati con l'abbreviato in primo grado sono diventati 17 anni e quattro mesi. "Troppo presto per dire come abbia ragionato la Corte - ha detto uno dei difensori, Nicola Guerra - ma noi avevamo sollecitato una diversa configurazione del reato di rapina collegato all'omicidio."

22.04.2014
LA COMUNITA’ STRETTA ATTORNO A TONI ZEN
Gremita la chiesa di Fellette, per l’ultimo saluto a Toni Zen, già sindaco di Romano d’Ezzelino, storico presidente dell’associazione di calcio giovanile. E sono stai proprio i suoi ragazzi del pallone ad accompagnarlo all’altare. Comuni cittadini, amministratori dell’intero territorio, esponenti politici, sindaci. Ma soprattutto i ragazzi e bambini del gruppo sportivo di cui Toni Zen, per oltre 30 anni fu presidente. Quei giovani cui si è rivolto il celebrante. Palpabile il grande affetto di tutti i presenti ed il toccante saluto degli amici alpini

22.04.2014
VERTENZA METALBA, L'AZIENDA VICINA ALL'ACCORDO CON LE BANCHE
Quella di oggi è stata una giornata convulsa per i lavoratori della Metalba. L’atteso accordo tra la proprietà e gli istituti di credito che finanziano il pesante debito dell’impresa sembrava a metà pomeriggio non arrivare alla firma. Tant’è che la proprietà ha pure richiesto alla regione veneto di spostare l’incontro di domani tra rappresentanti dell’azienda, assessore Donazzan e sindacati al 29 aprile. Sembrava fumata nera con l’assemblea dei lavoratori già convocata per le 6 di domani mattina e dipendenti nuovamente pronti allo sciopero. Invece alle sei di oggi pomeriggio la svolta. Da Milano, luogo del summit con le banche, la buoan notizia. Accordo vicino alla sottoscrizione e, entro sera, un nuovo CDA con l’inserimento degli amministratori indipendenti. Da qui dovrebbe arrivare lo sblocco della vertenza. In attesa di comunicazione scritte dai legali milanesi, si legge nell’ultima mail a firma CISL, nell'assemblea di domattina speriamo di dare la notizia che tutti aspettavano.

22.04.2014
L' ULTIMO SALUTO AL PRESIDENTE MAURIZIO PETTENUZZO
Per lunghi anni Maurizio Pettenuzzo aveva guidato la CNA di Bassano conquistando la stima e l’apprezzamento di moltissime persone che hanno riconosciuto la sua capacità di visione ampia nei temi amministrativi e politici del nostro territorio. E’ scomparso all’età di 54 anni dopo aver combattuto per una anno contro la malattia. Sino a pochi mesi fa Pettenuzzo era titolare di un prestigioso salone di parrucchieri in pieno centro a Marostica, era stato anche presidente regionale della categoria acconciatori e componente della presidenza nazionale di federacconciatori cna. Imprenditore molto creativo era sempre stato convinto dell’importanza di essere artigiano e molto si era speso per L’IPA l’intesa programmatica di area promossa dalla regione. Tante le persone che oggi a Poianella di Bressanvido, suo paese d’origine, hanno voluto dare l’ultimo saluto al presidente Maurizio Pettenuzzo

22.04.2014
SANGUE SULLE STRADE, MUORE 24ENNE
Un mazzo di fiori. Maragnole di Breganze, via Piantalonga. Questo è il punto in cui l’altra notte ha perso la vita Matteo Cattelan, 24 anni di Zugliano, vittima di un terribile incidente stradale, in aperta campagna. Il giovane, si trovava al volante della sua cinquecento abarth. AL suo fianco sedeva l’amico e cugino Giovanni Beltrame, 26anni di Maragnole, che il 24enne stava riaccompagnando a casa, dopo una serata di festa. Ancora da capire le cause del sinistro, al vaglio dei carabinieri di Sandrigo, intervenuti per i rilievi. conducente ha perso il controllo del mezzo, si è schiantato contro un palo della luce, su cui l’auto è rimbalzata. La cinquecento si è rovesciata su se stessa, carambolando per una settantina di metri andando completamente distrutta. Inutile l’arrivo dell’ambulanza. Per Matteo non c’è stato nulla da fare. Mentre il cugino è stato estratto dalle lamiere dai pompieri e condotto d’urgenza al San Bortolo di Vicenza. Non si trova in pericolo di vita. La morte di Matteo Cattelan, saldatore molto conosciuto ed apprezzato in paese, ha sconvolto la comunità. In attesa del nulla osta del magistrato per celebrare il funerale, i genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi

22.04.2014
SAN MARTINO DI LUPARI, CAMBIA VOLTO PIAZZA 29 APRILE
Cambia volto l’area all’incrocio tra le vie Roma e Cardinale Agostini in pieno centro a San Martino di Lupari. I lavori in corso d’opera hanno permesso di recuperare lo spazio per una piazzetta e di riqualificare l’intera zona

22.04.2014
MOTOCICLISTA MUORE A TREBASELEGHE
Tragico incidente stradale ieri sera a Trebaseleghe. La vittima e’ uno scooterista che e’ andato a schiantarsi contro un’audi A 4 condotta da un 40enne trevigiano. All’origine del sinistro sarebbe una mancata precedenza da parte del motociclista. Vani i tentativi messi in atto dai sanitari del Suem per cercare di rianimarlo. Per l’uomo non c’e’ stato nulla da fare.