NEWS TG BASSANO

QUEL “PASTICCIACCIO” IN REGIONE

  • 22.06.2016

Beh Zaia a Bassano i punti certi li ha dati. E’ che c’è qualcuno che li vuoel togliere. Colpo di scena in regione. Solo poche ore fa il PD sollevava una forte polemica sulla Conferma dell’ulss di Bassano nell’ottica degli accorpamenti e delle riduzioni delle aziende sanitarie. Conferma ribadita e supportata a gran voce dal presidente Luca Zaia. Oggi il capogruppo del partito democratico veneto, la abbiamo sentita, punta il dito d’accusa proprio contro il governatore Zaia. Forse ci sfugge qualcosa? O forse stanno solo cercando di correggere un tiro andato fuori centro e correre ai ripari dopo un’uscita a dir poco inopportuna? Sì perchè lo abbiamo ribadito in più occasioni, il pd che sia a Roma o a Venezia, sta letteralmente spogliando il nostro territorio. E dal suo canto sempre in regione, il movimento 5 stelle si dice pronto a supportare il bassanese e la Pedemontana Insomma questo bassanese sta proprio a cuore a tutti…ci hanno tolto il tribunale, a rischio l’archivio di stato, in forse sino all’ultimo è stata l’ulss, ….ma tutti tengono a questo territorio…o no? (VB)

MATURITA’: GLI STUDENTI SUPERANO IL PRIMO OSTACOLO

  • 22.06.2016

Al via oggi la prima prova scritta della maturità. 1528 gli studenti bassanesi, che affrontano l’esame di stato, il 6 e mezzo per cento in meno rispetto allo scorso anno. Tra i temi Umberto Eco, il rapporto tra padri e figli in arte e letteratura, i 70 anni dal voto alle donne, l’uomo nello spazio, Pil e paesaggio. Per loro, i ragazzi, un inizio positivo. Domani, la seconda prova scritta di indirizzo. Quella che preoccupa di più i ragazzi. A tutti un in bocca al lupo (VB)

LADRO IN AZIONE TRA CASSOLA E ROSSANO

  • 22.06.2016

La cronaca. Con una serie di colpi messia a segno nella notte tra Cassola e Rossano Veneto. Presi di mira un bar, il San Marco Center, dove è stato rubato denaro contante dal registratore di cassa. I malviventi hanno quindi raggiunto la boutique del colore, entrando dopo avere forzato una finestra. Rubati attrezzi per un valore di 1500 euro

POPOLARE DI VICENZA, CHIESTI RISARCIMENTI PER 150 MILIONI DUI EURO

  • 22.06.2016

Avviata da un gruppo di grandi azionisti di Banca Popolare di Vicenza una serie di iniziative legali per ottenere l'annullamento o la risoluzione degli acquisti delle azioni dell'istituto e per il risarcimento del danno subito a seguito dell'azzeramento del loro valore nel 2016. Il gruppo ha già richiesto alla Popolare annullamenti, risoluzioni o risarcimenti dei danni per oltre 150 milioni di euro, coinvolgendo in alcuni casi amministratori e società di revisione.

GRUMOLO DELLE ABBADESSE:OPPOSIZIONI A PROCESSO PER CALUNNIA

  • 22.06.2016

Grumolo delle abbadesse. Sono chiamati a presentarsi davanti al giudice con l’accusa di calunnia quattro consiglieri di opposizione. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 7 novembre . Tra le presunte persone offese sindaco, vicesindaco ed ex amministratori. L’indagine è scattata nell’aprile dell’anno scorso quando i quattro consiglieri di minoranza hanno inviato un esposto in procura e in prefettura accusando di istigazione a delinquere, falso, abuso d’ufficio e omissione in atti d’ufficio sindaco, vice, assessori, consiglieri, progettisti e funzionari pubblici. Una vicenda relativa a lavori per un capannone lungo il rio Terga. Secondo l’ipotesi delle minoranze il Comune aveva compiuto una serie di irregolarità amministrative che si erano trasformate in reati.

NUOVA VITA ALLA CANONICA DELLA SANTISSIMA TRINITA’

  • 22.06.2016

Nuova vita per la canonica della santissima trinità di Bassano. L’edificio versava in condizioni pessime. Dopo due anni di lavoro, una prima fase di recupero della copertura, una seconda di recupero dell’intero stabile, è stata restituita alla comunità, come ci spiega il progettista, l’architetto Alberto Zanini. Nello specifico tre sale ad uso civico, che potranno essere usate dai residenti. Oltre alle stanze dei religiosi che seguono la parrocchia. Fondamentale il contributo di tanti privati per sostenere i costi dell’opera. (VB)

S. CROCE BIGOLINA, L’ASILO NON CHIUDE

  • 22.06.2016

E’ direttamente il neo eletto sindaco Luca Pierobon a intervenire sul caso rassicurando il paese e smentendo la notizia che si era diffusa della chiusura della scuola dell’infanzia di Santa Croce Bigolina. La struttura resterà aperta e i bambini potranno continuare a frequentare l’asilo dal sole sorridente. Non solo la scuola non chiuderà ma l’amministrazione comunale garantisce ulteriore supporto e nuovi investimenti La scuola chiuderà i battenti per le vacanze estive il 30 giugno e riaprirà regolarmente

100 ANNI, TANTI AUGURI NONNA RINA

  • 22.06.2016

. Un cuore grande, dorato, per dire a tutti che in questa casa di Campagnari oggi si festeggia un compleanno speciale: i 100 anni di nonna Rina Geremia. Lei, seduta all’ombra con addosso un elegante golfino rosa e camicetta a fiori accoglie tutti con il sorriso. Un’intera giornata di festeggiamenti per nonna Rina, iniziata stamattina con la visita del sindaco Lago e del consigliere Tessarollo e proseguita con la visita di tantissime persone. Chi passa si ferma, un abbraccio, un bacio per questa arzilla signora dal secolo di vita. E allora tanti auguri nonna Rina

ACCOLTELLO’ UN AMERICANO AL LIV: ARRESTATO 20ENNE GHANESE

  • 21.06.2016

Siamo alla cronaca. E’ un 20enne ghanese, Jean Pierre Anglow, il giovane che, lo scorso 8 maggio accoltellò, durante una maxi rissa alla discoteca Liv, un soldato americano. L’uomo, arrestato dai Carabinieri è stato individuato dopo l’analisi di oltre cinquemila foto scattate nel locale e l’ascolto di numerosi testimoni. L’africano è accusato di lesioni gravi e ora si trova agli arresti domiciliari a Bassano.

BASSANO: GASTRONOMIA IN FIAMME, INGENTI I DANNI

  • 21.06.2016

Pauroso incendio ieri sera alla gastronomia pizzeria da Guido in viale Vicenza a Bassano. I vigili del fuoco sono intervenuti con tre mezzi per spegnere il rogo partito dal retrobottega del locale evitando l’estensione all’interno dell’attività che ieri era chiusa per turno settimanale. A dare l’allarme i vicini. Nessuno è rimato ferito. Ingenti i danni, si parla di almeno 30 mila euro, la linea elettrica 380 volt, le vetrate del laboratorio, le finestre del primo piano, che sono saltate per il calore. Completamente annerita la facciata esterna dello stabile. Le squadre hanno lavorato a lungo per ultimare le operazioni di messa in sicurezza dell’edificio. Da capire ora cosa ha provocato le fiamme(VB)

VALSTAGNA: 5 ANNI LONTANO DAGLI STADI

  • 21.06.2016

Il questore di Vicenza ha disposto il divieto di accesso a qualsiasi manifestazione sportiva e l’obbligo di firma per cinque anni, per un 39enne residente nel comune della Valbrenta. L’uomo lo scorso 5 marzo, durante un incontro dell’hockey Bassano, ha dato in escandescenza e si è scagliato contro un parapetto in plexiglass al palazzetto dello sport, sfondandolo. Il 39enne non è nuova a simili episodi. Prima di questo era già stato colpito da un daspo di 3 anni. (VB)

BASSANO: TENTA DI RUBARGLI IL ROLEX, SCOPERTA SCAPPA, INDIVIDUATA

  • 21.06.2016

Lo scorso 26 maggio aveva avvicinato il titolare della farmacia alle grazie di via Passalacqua a Bassano, gli aveva chiesto un’informazione e l’aveva abbracciato, cercando di rubargli il rolex che l’uomo aveva al polso. Per un caso il furto non era riuscito e lei, una 31enne romena, residente in Germania, in Italia senza fissa dimora, era scappata a bordo di un’audi A6 guidata da un complice. La stessa auto che in più occasioni era stata notata e segnalata alle forze dell’ordine in tutta la provincia di Vicenza, dove la donna metteva a segno colpi ai danni per lo più di anziani. Ora è caccia alla coppi(VB)

MAROSTICA : VOLONTARI PER VIGILARE SUI RIFIUTI

  • 21.06.2016

Un corpo di volontari per custodire il territorio. È l’iniziativa dell’Unione Montana Marosticense che, in collaborazione con Polizia Locale e Protezione Civile, ha sottoscritto una convezione con gli Agenti Faunistici Ambientali Zoofili. I volontari saranno impegnati nella salvaguardia del territorio vigilando in particolare sull’adeguata gestione di rifiuti, sulle azioni di inquinamento, sulla corretta conduzione dei cani e sul rispetto della flora e della fauna. I volontari indosseranno proprie divise (simili a quelle del corpo forestale) e avranni in dotazione un’auto, fornita di lampeggiante.

PARTE DALLE FRAGOLE IL FUTURO DEI GIOVANI DI ASIAGO

  • 21.06.2016

Tremila metri di coltivazioni sotto serra, 20mila piantine, coltivate con passione e amore dallo scorso aprile ad oggi. E’ l’impresa di Matteo Rigoni e di un gruppo di giovanissimi che ad Asiago stanno realizzando un piccolo sogno: coltivare piccoli frutti Per ora si coltivano fragole, ma l’idea è quella di allargare la coltivazione anche ai mirtilli e ai lamponi. Il tutto reso possibile grazie ad un progetto fortemente voluto dall’amministrazione cittadina che ha messo a disposizione vecchi terreni comunali ad un affitto quasi irrisorio per dare un futuro lavorativo ai suoi giovani Matteo oggi ha la sua impresa, ma ha mai pensato di lasciare l’Altopiano

AL VIA GLI ESAMI, AL BROCCHI UN “MATURANDO” DA 10

  • 21.06.2016

Notte prima degli esami, cantava Venditti. E questa notte, quella del solstizio d’estate, la più lunga di tutto l’anno, sarà davvero la notte che precederà la prima prova della Maturità 2016. In migliaia, anche nel bassanese, domani affronteranno lo scritto di italiano, scegliendo nelle sei ore messe a disposizione, tra analisi del testo, saggio breve, articolo di giornale, tema storico o di ordine generale. E come sempre anche quest’anno, alla vigilia, si sprecano i pronostici sulle possibili tracce: Dante, Verga, Saba ma anche gli insospettabili Baricco, Dacia Maraini e Andrea Camilleri compaiono tra le indiscrezioni dell’ultima ora di esperti e studenti. E in tema di studenti, tra quanti affronteranno la prova di Maturità a Bassano ce n’è uno che merita assolutamente una citazione. E’ HARMANPREET SINGH, nato in Italia, ma di nazionalità italiana, studente della 5B scientifico del Brocchi. Questo ragazzo, che vive a Cassola, e che sogna la laurea in Fisica, è arrivato agli esami finali con una pagella di soli 10. A noi che volevamo intervistarlo, ha chiesto di risentirci dopo gli esami, cosa che faremo, intanto auguriamo ad HARMANPREET e a tutti i maturandi un grosso in bocca al lupo!

A TEZZE I PICCOLI CITTADINI D’EUROPA

  • 21.06.2016

I bambini delle scuole materne di Tezze, capoluogo e frazioni, ufficialmente cittadini europei. I piccoli hanno seguito un apposito percorso di educazione alla cittadinanza, culminato con la firma della carta di identità europea, davanti al municipio. Sul posto anche il sindaco di Cittadella visto che la frazione di Laghi è divisa tra i due comuni Inno di M

LE PENNE NERE BASSANESI INVADONO GORIZIA

  • 20.06.2016

Oltre 35mila presenze complessive, più di 20mila penne nere. Questi i numeri di quanti hanno invaso il cuore della città di Gorizia per il tradizionale Raduno Triveneto degli Alpini, coinciso quest’anno con l’adunata nazionale della Brigata Julia. Circa 5000 le penne nere arrivate dal vicentino e accolte tra gli applausi della gente isontina. Molti gli appartenti dell’Ana montegrappa, come alle sezioni di Marostica e Cittadella. Pochi, invece, gli amministratori presenti, quelli arrivati a Gorizia in prevalenza donne: da Graziella Stefani di Conco ad Antonella Corradin di Lusiana, da Morena Martini a Giada Scuccato E come accaduto già in occasione dell’Adunata Nazionale di Asti, la commozione ha accompagnato l’arrivo degli alpini di Asiago che anche a Gorizia hanno voluto rendere omaggio al loro grande vecchio, Cristiano Dal Pozzo Dopo tre ore di marcia al passo, il Raduno si è chiuso con il solenne passaggio delle stecca da Gorizia alla Val di Chiampo organizzatrice della Triveneta 2017

SCHIANTO IN VALSUGANA, MUORE ARCHITETTO BASSANESE

  • 20.06.2016

La cronaca con un terribile incidente stradale costato la vita a Giorgio Lazzarotto, 56 anni, architetto bassanese molto conosciuto in città. Il sinistro poco prima delle 17 di ieri, lungo la statale 47 Valsugana, in località Barco, nei pressi di Levico. 10 i feriti, tra cui la figlia 14enne di Lazzarotto ed un’amica della ragazzina che viaggiavano nella Volkswagen touran condotta dal professionista. 6 i mezzi coinvolti. Da capire le cause del sinistro. Il 56enne stava rincasando. Durante un sorpasso, forse per l’asfalto reso viscido dalla pioggia battente, forse per un malore, ha preso il controllo del mezzo. La touran si è scontrata contro un fugone che proveniva dall’opposta corsia di marcia, per poi finire nel fossato a lato della carreggiata. Da qui il finimondo, un tamponamento a catena tra più veicoli. Per Giorgio Lazzarotto, che viveva e lavorava in zona San Marco di Bassano, non c’è stato nulla da fare. E’ morto praticamente sul colpo, nonostante l’immediato arrivo dei soccorsi, tre ambulanze del 118 e l’elicottero di Trentino emergenza, che ha trasportato le due 14enni al Santa Chiara di Trento. Loro e gli altri feriti non versano in gravi condizioni La notizia del decesso dell’architetto bassanese si é sparsa rapidamente. Tanti i messaggi anche attraverso i social per dire addio ad un uomo molto apprezzato a livello professionale ed umano, vicino al mondo dello sport e della musica. Per i funerali c’é da attendere il nulla osta del magistrato (VB)

RIFIUTI: ETRA E COMUNE RIDUCONO LE TARIFFE DEL 13.5%

  • 20.06.2016

Da un lato le strategie di ottimizzazione messe a punto da Comune di Asiago ed Etra, dall’altro la crescente attenzione da parte dei cittadini: è questo il mix vincente che ha reso possibile una netta riduzione dei costi del servizio rifiiti nel comune dell’altopiano per questo 2016. Una ventina di euro all’anno sarà quanto mediamente risparmieranno i residenti, ma il beneficio dell’operazione condotta da Etra e Comune è anche di tipo ambientale Ormai consolidata la presenza dei press container, ad Asiago entro l’anno arriverà un’importante novità

GRAVISSIMO 33ENNE TRAVOLTO DA AUTO, DUE DENUNCE

  • 20.06.2016

Forse erano così ubriachi da non essersi neanche resi conto di avere travolto una persona e sfasciato l’auto su cui viaggiavano, una Opel corsa. Ieri sera, quando hanno smaltito la sbornia si sono recati dai carabinieri di Cittadella per costituirsi. Devono rispondere di lesioni gravissime, omissione di soccorso e fuga due 29enni di Fontaniva che ieri notte, proprio a Fontaniva, lungo regionale 53 Postumia, hanno investito un 33enne di Carmignano di Brenta che transitava a piedi lungo l’arteria che collega Vicenza a Treviso. Versa in gravissime condizioni all’ospedale di Padova, in prognosi riservata, in terapia intensiva in coma farmacologico, con politraumi al volto ed al torace. Il giovane, operaio in un’azienda di imballaggi, dopo una serata trascorsa con gli amici aveva deciso di chiudere con un panino al chiosco ambulante da anni allestito nel fine settimana al ponte di Fontaniva. Qui sarebbe nata un discussione con altri avventori ed il 33 enne per non avere noie, si sarebbe incamminato verso casa. Ora sta lottando tra la vita e la morte. (VB)

VICENZA: CONSOB FA SCATTARE MULTE A POPVI E DIRIGENTI

  • 20.06.2016

Popolare di Vicenza, Consob ha fatto partire sanzioni alla banca e ad alcuni suoi dipendenti di alto livello per presunte violazioni alla normativa europea sui documenti da compilare obbligatoriamente da parte degli istituti di credito per tracciare un profilo dei loro clienti nel momento in cui acquistano prodotti finanziari. Il giudice del Tribunale di Venezia ha accolto il ricorso d'urgenza di un imprenditore che ha chiesto di dichiarare nullo il contratto di fido in relazione alla sottoscrizione dell'aumento di capitale correlato. Secondo gli ispettori di Bce, l’istituto di credito avrebbe fatto comprare articoli potenzialmente 'pericolosi' ai clienti a loro insaputa o, secondo le ipotesi, gli stessi documenti sarebbero stati compilati in maniera non corrispondente al desiderio del cliente.

DA MEZZO MONDO PER RICORDARE IL SACRIFICIO DI TANTI GIOVANI

  • 20.06.2016

Val Magnaboschi, 22° pellegrinaggio a Cesuna di Roana, luogo sacro del fante, luogo in cui tanti giovani hanno perso la vita durante la prima guerra mondiale. Un luogo simbolico non solo per la nostra Italia, dal momento che proprio in val Magnaboschi oltre al tricolore sono arrivate anche delegazioni dall’Austria, da Gran Bretagna, Slovenia, Ungheria e Stati Uniti Suggestiva l’accensione del tripode .(VB)

ASIAGO: GRAVE 60ENNE MORSO AL VOLTO DAL CANE DELLA FIGLIA

  • 20.06.2016

Gioca con il cane della figlia e l’animale lo morde, squarciandogli il volto E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri. Protagonista un 60enne trevigiano, in vacanza ad Asiago L’uomo si trovava nella residenza estiva con la moglie. In visita la figlia con il suo cane, uno Schnauzer gigante di poco più di un anno di età. Mentre le due donne erano in casa, il padre ed il cane sono usciti in giardino. Da capire cosa abbia spinto lo schnauzer ad addentare al volto l’uomo, subito portato dalla moglie all’ospedale di Asiago. Viste le gravi condizioni è stato trasportato con l’elisoccorso al San Bortolo di Vicenza, sottoposto ad un delicato intervento di ricostruzione.

TONEZZA: 11 MUCCHE SPARITE, 8 TROVATE MORTE

  • 20.06.2016

Tonezza. Erano sparite da più di una settimana dal pascolo di Malga Campoluzzo Inferiore. Sono state recuperate 11 mucche, dopo due giorni di ricerca da parte dei vigili del fuoco, che erano riusciti a rintracciarne una viva, recuperata poi con l'elicottero. Ieri i soccorritori hanno perlustrato una zona di bosco a circa un chilometro dalla Malga, finché in una zona scoscesa, ne hanno ritrovata una ancora in vita tra gli alberi. Più sotto hanno invece rinvenuto le carcasse di due e, calandosi per oltre 100 metri fino alla base della parete verticale, altre sei vitelle morte. Ne manca ancora una all’appello .

BASSANO: LAVORI DI ASFALTATURA, VIABILITÀ MODIFICATA

  • 20.06.2016

Bassano. Per una settimana, da dopodomani, mercoledì 22 giugno, a giovedì 30, saranno asfaltate alcune vie cittadine in seguito a lavori di scavo eseguiti dall’Enel. Per permettere di operare in piena sicurezza la viabilità subirà alcune modifiche, in particolare: sarà istituito un senso unico alternato, regolato manualmente, e divieto di sosta con rimozione delle auto in via Folo, parte di via Parolini via XI Febbraio, parte di Piazzale Cadorna. Sarà inoltre istituito il divieto di transito temporaneo in via Tabacco via Beata Giovanna, vicolo Teatro Vecchio dalle ore 7.00 alle ore 19.00 e comunque per il tempo strettamente necessario all’ultimazione dei lavori. Sul posto sarà installata opportuna segnaletica.

BASSANO DEL GRAPPA: DEGRADO IN CENTRO CITTA’

  • 20.06.2016

Bassano. Continuano le segnalazioni da parte dei nostri telespettatori, per segnalarci situazioni di degrado. Siamo stati con la telecamera a documentare la situazione in via Beata Giovanna, in vicolo Brocchi e davanti al centro giovanile.- Come potete notare dalle immagini, immondizie sparse ovunque, assenza di cestini per raccogliere i rifiuti, incuria totale, scritte che imbrattano i muri ed i storici edifici, a due passi dal centro storico della città. Chi ci ha segnalato il degrado ci chiede cosa pensino di fare gli amministratori in merito ad una situazione definita “vergognosa”

ALPINI A GORIZIA RETEVENETA PRONTA ALLA DIRETTA

  • 18.06.2016

In apertura di telegiornale puntiamo i nostro riflettori sull’adunata triveneta delle Penne Nere in corsi a Gorizia. Domani il momento più atteso: la lunga sfilata che noi di Reteveneta vi trasmetteremo in diretta a partire dalle 9.30. Ma oggi le nostre telecamere erano già nella città isontina... Guardate

MUORE MOTOCICLISTA TRAVOLTO DA UN’AUTO

  • 18.06.2016

Sangue sulle strade in piena notte. A perdere la vita attorno all’una Gianmichele Carboni, 59enne di Tezze sul Brenta. L’uomo stava procedendo lungo la statale 47 Valsugana, in sella alla sua motocicletta Aprilia, diretto verso nord. In prossimità di via ca’ Moro, a Pozzetto di Cittadella, lungo il rettilineo, procedeva dall’opposta corsia una BMW X5 condotta da una 49enne di Castelfranco Veneto. La donna ha frenato, per compiere una manovra di svolta a sinistra ed immettersi nel piazzale del distributore di benzina dall’altro lato della carreggiata. Non si è accorta della moto che stava sopraggiungendo e l’ha centrata in pieno. Carboni è deceduto sul colpo. Inutile ogni soccorso. Sul posto i vigili del fuoco ed i carabinieri di Cittadella. La 49enne rischia l’accusa per omicidio stradale. (VB)

TRASPORTI SCOLASTICI: GIA’ PRONTO IL PIANO 2016/17

  • 18.06.2016

L’Amministrazione comunale, i presidi, i rappresentanti dei genitori, la provincia e le aziende dei trasporti: da mesi, attorno ad un unico tavolo, lavorano per azzerare le annose criticità che ogni anno interessano il trasporto scolastico. Un lavoro capace oggi di dare i suoi frutti, tanto che a giorni saranno già disponibili le linee guida per la prossima annata Grazie a confronti quasi mensili, si è arrivati ormai a superare storiche problematica E tra i problemi ai quali di cerca ancora una soluzione vi è quello di consentire a tutti gli studenti di arrivare puntuali a scuola

AZIONISTA SUICIDA: IN 500 AL SUO FUNERALE, POI LA PROTESTA

  • 18.06.2016

Gremita la chiesa di Montebello Vicentino, dove si sono svolti i funerali di Antonio Bedin il pensionato di 69 anni che, in preda alla disperazione, dopo avere perso mezzo milione di euro, investito in azioni e obbligazioni subordinate della banca popolare di Vicenza, ha deciso di farla finita. Si è tolto la vita mercoledì sera, nella sua abitazione sparandosi un colpo d'arma da fuoco. In un biglietto aveva scritto “non ce la faccio più”, dando poi indicazioni per il suo funerale. Una vicenda che ha scosso fortemente l’opinione pubblica, ha unito ancora più tutti i risparmiatori truffati, ingannati dalla popolare di Vicenza. In mattinata si sono trovati davanti alla sede principale dell’istituto di credito, a Vicenza. “Il silenzio che uccide la verità” hanno scritto su un enorme striscione. Al termine del funerale, cui hanno partecipato almeno 500 persone, sono stati accesi ceri accanto alla foto di Gianni Zonin, l’ex presidente della popolare di Vicenza, di cui si è persa al momento ogni traccia. E davanti alla sua abitazione marcia silenziosa di protesta. (VB)

NEWS TG TREVISO

«NO ALLA STRAGE DI ALBERI SANI; GIOVEDI’ TUTTI AI TRECENTO»

  • 23.07.2016

Una nuova contestazione nei confronti di Ca’ Sugana. L’amministrazione di Manildo accusata di mancata trasparenza in merito ai piani progettuali per la città ora nel mirino di ambientalisti e associazioni di cittadini a tutela degli alberi di Villa Margherita. E giovedì si preannuncia un consiglio comunale infuocato. Mentre urlavano a difesa degli alberi, quasi si azzuffavano E meno male che doveva essere un incontro chiarificatore per aggiustare e rivedere il piano di abbattimento dei 200 alberi di Villa Manfrin Margherita, a loro dire sani, e soprattutto salvarne il più possibile. Troppi i 500 mila euro stanziati per la soppressione meglio utilizzarli da Ca’ Sugana per aiuti concreti. “progetto datato 2014 , e approvato da Ca’ Sugana senza la tanto declamata partecipazione”. L’accusa Stamattina tra i sostenitori del verde e quelli del progetto è stato scontro aperto Oltre 2mila i residenti che hanno sottoscritto la petizione a tutela degli alberi e lanciata dall’omonimo comitato. Assente oggi per poter rispondere sia il progettista che l’assessore di reparto. Saltata infatti la prevista conferenza stampa; la comunicazione ieri sera alle 19 via social, dallo stesso assessore Ofelio Michielan.

SILEA: FATTURE FALSE: CONDANNATO PRESIDENTE TREVISO CALCIO

  • 23.07.2016

A poche settimane dall'aver rilevato il Treviso calcio, l'imprenditore Tiziano Nardin finisce nella bufera per una condanna penale a un anno e otto mesi per fatture false. La sentenza, risalente al 5 febbraio scorso, è diventata definitiva pochi giorni fa, passando in giudicato. Tra le pene accessorie decise dal giudice del tribunale di Treviso c'è il divieto a contrattare con la pubblica amministrazione. Ad essere a rischio è la concessione dello stadio Tenni. I fatti contestati a Nardin risalgono agli anni 2010 e 2011.

CASTELFRANCO: PAGANO IL RISCATTO PER RIAVERE IL CANE

  • 23.07.2016

Ritrovano la cagnolina scomparsa ma sono costretti a pagare un riscatto di 100 euro per averla. L'esemplare di yorkshire era scomparsa il 18 luglio scorso e nonostante i tanti disperati appelli dei proprietari sembrava fosse sparita ogni traccia della bestiola. Fino a quando i suoi padroni l'hanno ritrovata mentre era a passeggio con dei giovani sconosciuti. I due dopo aver sostenuto di essere i reali proprietari di fronte all’evidenza, la cagnolina è registrata con un chip, si sono arresi e hanno ammesso di averla trovata. A quel punto hanno preteso 100 euro per riconsegnare la cagnolina. I proprietari pur di riavere il proprio amato yorkshire hanno pagato.

E IO CHIAMO RETE VENETA : «IN VIA SARPI PASSAGGIO PEDONALE MORTALE»

  • 23.07.2016

Pericoloso e a rischio suicidio attraversare la strada lungo il passaggio pedonale di via Sarpi a Treviso che si trova proprio all’inizio del sottopasso. Per gli automobilisti in transito verso Santa Maria del Sile difficile intravedere uscendo dal tunnel sotterraneo ciclisti e pedoni, raccontano gli stessi residenti del quartiere con Marco Tonellato, Segretario della Sezione Treviso 1 Lega Nord. Ma non basta, richiesta anche una maggiore illuminazione per le ore serali e notturne, attualmente manca infatti un lampione proprio nel punto più a rischio "Un errore dovuto forse a una svista o forse a una superficiale valutazione del rischio", dicono i residenti che con il suo portavoce chiedono di riportare l’attraversamento esattamente dov’era prima dei cantieri, per garantire la sicurezza di tutti

TREVISO: PROFUGO RAPINA IMPRENDITORE IN STAZIONE, ARRESTATO

  • 22.07.2016

Profugo arrestato dalle volanti di Treviso dopo aver rapinato e picchiato un imprenditore di Istrana di 56 anni, questa mattina alle 5 alla stazione dei treni mentre l'imprenditore era in attesa del diretto per Mestre per prendere un successivo aereo per l’Argentina. Il tempo per l'industriale di appisolarsi su una panchina che il profugo, un 19enne del Camerun, lestamente gli ha rubato il cellulare dalla giacca, prendendolo anche a pugni in faccia e alle braccia nel successivo tentativo di divincolarsi dalla sua morsa visto che l’imprenditore non voleva proprio rinunciare al cellulare , lì dentro tutti i suoi contatti anche per la sua attività all’estero. Il richiedente asilo da tempo senza fissa dimora dopo essere stato cacciato da una delle strutture di accoglienza cittadine perché insofferente alle regole presenti nel campo. Ecco che dopo diversi avvisi, è stato letteralmente allontanato. Ora si trova in carcere al Santa Bona, con l’artigiano già in volo verso Buenos Aires

SALVO, ALMENO FINO A DICEMBRE, IL NIDO DI SANT’ARTEMIO

  • 22.07.2016

Il nido di Sant’Artemio, è salvo fino al 31 dicembre, poi dovrebbe subentrare una cooperativa che garantisca il servizio anche per i mesi successivi. Nei prossimi giorni la proposta sarà formalizzata. In sintesi, oltre alla proroga del servizio l’accordo prevede la disponibilità dei genitori a sostenere un aumento della retta attuale; la disponibilità della Provincia a sostenere le spese necessarie per il periodo di transizione; e l’avvio di un percorso di partenariato.

VILLORBA: BIMBA CADE DAL SECONDO PIANO

  • 22.07.2016

Poco prima della 20, giovedi una bimba di quattro anni è precipitata dal terrazzo di casa, al secondo piano, dove si trovava con la mamma. Si è sporta troppo perdendo l’equilibrio. E’ caduta sopra un’auto, infrangendo il vetro. Immediata la chiamata al 118, mentre del clienti del bar sottostante si precipitavano verso la bimba che, una volta arrivata l’ambulanza, è stata ricoverata all’ospedale. I medici non scioglieranno la prognosi prima di 48 ore.

A TREVISO SFILA LA RABBIA DEI RISPAMIATORI TRUFFATI DALLE BANCHE

  • 21.07.2016

La rabbia dei risparmiatori beffati dal crollo delle azioni delle banche venete. Una manifestazione che ha percorso le vie del centro di Treviso. Vogliono riavere i propri soldi. Che fine hanno fatto i miliardi che migliaia di veneti avevano affidato fiduciosi ai propri istituti di credito? Se qualcuno li ha fatti sparire ora deve anche assumersene in solido le responsabilità.

PEDEMONTANA, ZAIA: “VENERDI’ NUOVO TAVOLO TECNICO”

  • 21.07.2016

I cantieri devono proseguire. Nessun dubbio sull’opera ma, sulle questioni ancora aperte servirà un nuovo tavolo tecnico, già fissato per il prossimo venerdì. Questo, in estrema sintesi, l’esito dell’incontro tenutosi oggi a Roma tra il Ministro delle Infrastrutture Graziano del Rio e il Governatore del Veneto, Luca Zaia che non ha mancato di esprimere la propria soddisfazione

VILLORBA: MULTE SALATE AI FURBETTI DELLA SIEPE INCOLTA

  • 21.07.2016

Fontane di Villorba via Piavesella in un senso di marcia e viaggiando in direzione Treviso il segnale di precedenza c’è Ma spostandoci nella direzione opposta ecco che incredibilmente scompare Sempre Villorba, via Marconi. Qui il segnale stradale che indica l’avvicinarsi a un impianto semaforico è semicoperto dal verde. A coprirlo le frasche di una rigogliosa siepe di un giardino privato che affaccia sulla pubblica strada. Attenzione la potatura è necessaria; pena una salata multa che varia dai 200 fino agli oltre 500 euro, questo l’importo e in misura ridotta se si paga entro 30 giorni; diversamente la sanzione raddoppia e nelle recidive è capace di triplicarsi. Accade appunto nel comune di Villorba dove la polizia locale ha già multato 11 furbetti del verde incolto di cui tre i villorbesi seriali e recidivi; altri 15 quelli monitorati e a rischio diffida. A imporlo gli articoli 18 e 20 del codice della strada in materia di sicurezza ci dice il comandante della polizia municipale cittadina. Si tratta di provvedimenti necessari per garantire la visibilità stradale e rendere sicuro il passaggio di pedoni, ciclisti, passeggini e altri mezzi. Potare i rami secchi riaccende la vita, dice un vecchio adagio in questo caso potare quelli freschi rivitalizza il portafogli

ZTL: E’ QUASI RISSA TRA COMMERCIANTI E CAMOLEI

  • 20.07.2016

Doveva essere il giorno dell’ascolto. Quello del confronto con i commercianti in modo da stilare insieme il disciplinare e i piccoli aggiustamenti per gli 8 nuovi varchi Ztl pronti a dicembre. Invece, è andato in scena lo scontro totale. Alcuni abbandonano la sala. Che sarebbe stata una giornata caldissima questa signora che si sventola con il ventaglio lo aveva inteso bene. Più di 100 commercianti nella sala verde di Palazzo Rinaldi. Una sequela di interventi incontrollati, quasi una voce unica. Decine di mani alzate, persino qualche buu dal pubblico di imprenditori e allora è Camolei a minacciare di lasciare la sala. A scatenare le urla, quando l’assessore ha ricordato che il progetto è già stato approvato dal consiglio comunale.

STORDITA E VIOLENTATA DOPO LA DISCO

  • 20.07.2016

Stordita con una droga sciolta in un drink e violentata da uno sconosciuto incontrato in un locale di Monastier. Questa la denuncia fatta da una 17enne trevigiana e su cui ora stanno indagando i carabinieri. La violenza si sarebbe consumata nella notte tra domenica e lunedì ed è stata confermata dai medici, avvenuta quando la giovane era probabilmente priva di sensi. La ragazzina ha capito che qualcosa di grave era successo e ha raccontato tutto ai genitori. La minorenne ha trascorso la serata all’interno della discoteca dove ha conosciuto un giovane. Poi, il black-out. La ragazza non ricorda più nulla. La violenza si è consumata appena fuori dal locale. Al momento del risveglio, la confessione e la visita al Ca Foncello. Ora i militari dell’Arma hanno avviato un’indagine per tentare di ricostruire quello che è successo nella notte di domenica a Monastier e soprattutto per dare un volto ed un nome all’uomo che avrebbe abusato della minorenne, all’esterno del locale. Il colpevole con ogni probabilità ha sciolto della droga nel bicchiere della ragazza e poi dopo averla stordita ha approfittato della situazione.

CONTROLLI ANTITERRORISMO POTENZIATI

  • 20.07.2016

Controlli antiterrorismo potenziati all’aeroporto e a suoni di Marca, la manifestazione che per 18 giorni porterà artisti e cantanti in città. La prefettura di Treviso ha rafforzato ed esteso i controlli degli obiettivi sensibili nella Marca. La decisione è stata dal Comitato dell'ordine e della sicurezza pubblica, coordinato dal prefetto Laura Lega. Si guarda con preoccupazione agli ultimi attentati a Nizza e su un treno tedesco. C’è il rischio emulazione. In Prefettura erano presenti, tra gli altri, i vertici delle forze dell'ordine, il sindaco e la Provincia di Treviso. Gli obiettivi sensibili, come le sedi istituzionali e l'aeroporto, gi sotto controllo, sono stati rafforzati mentre altre strutture sono state inserite nell'elenco Inoltre, nell'ambito del protocollo 'Treviso sicura', il Comitato ha ritenuto di rafforzare l'integrazione tra le forze di polizie e i vigili di Treviso in vista di manifestazioni come suoni di Marca. Gli organizzatori della rassegna dopo un confronto con i cittadini hanno trovato un compromesso anche sul fronte volumi.

MUORE A 45 ANNI: SI SOSPETTA MENINGITE FULMINANTE

  • 20.07.2016

Febbre alta e un forte mal di testa. Il ricovero immediato nella notte all’ospedale di Montebelluna. Ma Luca Cervi, 45 anni di Montebelluna è morto nel giro di poche ore e il sospetto è che si sia trattato di una meningite fulminante. Ex manager della Compiano vigilanza, Cervi che lascia moglie e figlie, era conosciuto a Montebelluna anche perché nipote di Pagnan, ex campione di ciclismo. L’Uls 8 fa sapere come non sia chiara la morte del 45 enne e bisognerà attendere le indagini. Ma per precauzione, tutte le persone che sono state a contatto con Luca Cervi saranno sottoposte a profilassi.

VIALE MONTEGRAPPA LISTATO A LUTTO PER LA CICLABILE

  • 20.07.2016

Si è spento viale Montegrappa. E per nulla serenamente. Ecco come si è risvegliato questa mattina questo tratto di Treviso tra i più contesi degli ultimi tempi. Solo il primo capitolo, eclatante, di una protesta che ormai va avanti da settimane. In 750 hanno firmato per dire no a questo progetto di pista ciclabile che reputano pericoloso. E a darne il triste annuncio sono tutti i firmatari. Eccoli i fiocchi. Sulle vetrate del bar, fuori dal negozio di parrucchiera, persino da Sotreva e al distributore di benzina.

MANAGER IN RITARDO, RUBA CHIAVI DELL’AMBULANZA IN SOCCORSO

  • 20.07.2016

“Non sapete chi sono io, sono un manager e ho 1800 persone da gestire. Voi invece siete parassiti, dei c..., dei figli di p…” Così avrebbe apostrofato i volontari della croce verde di Padova un 59 enne residente a Villorba. Inferocito dall’intervento di soccorso da parte dell’ambulanza in una stretta via del centro di Padova. Bloccato dal traffico, così avrebbe sbottato il manager che, non contento, poi ha rubato le chiavi del mezzo fermo per consentire ai sanitari di assistere un anziano caduto. Stanco di attendere con l’impossibilità di superare l’ambulanza l’uomo ha dato di matto. Quando i volontari pronti a partire diretti all’ospedale non hanno trovato le chiavi, hanno intuito la ripicca e allertato il 113 per denunciare il manager.

CISL, LAVORO: RECUPERATI 6700 POSTI DI LAVORO

  • 20.07.2016

Per la prima volta dall'inizio della crisi nel 2015 il saldo fra le assunzioni come lavoro dipendente e le cessazioni è stato positivo con 6700 posti di lavoro recuperati. Nel 2014 i posti di lavoro persi erano stati 4 mila. Positivo anche il saldo dei primo tre mesi del 2016.15 gli accordi per crisi aziendali contro le 21 del 2015 con 395 lavoratori coinvolti rispetto ai 425 dell'anno scorso. Dimezzato le richieste aziendali di cassa integrazione e i lavoratori in mobilità. Positivo il giudizio sul Job act aiutato dalla ripresa Preoccupa il calo dell'export in una provincia che è al settimo posto in Italia per valore delle esportazioni: siamo a meno 9% in solo tre mesi. Monitorata la situazione degli over 50 rimasti senza lavoro

VALDOBIADDENE: PERDONO I RISPARMI OCCUPANO UNA SEDE DELLA BANCA

  • 18.07.2016

“Stabile occupato dai risparmiatori truffati dalla banca e dallo stato”, la scritta più che eloquente dello striscione affisso in mattinata da una trentina di risparmiatori delle banche venete che a Valdobbiadene hanno occupato uno stabile vuoto della Popolare di Vicenza. L’irruzione contro la svalutazione delle azioni deciso in autonomia da alcuni rappresentanti delle associazioni di risparmiatori in crisi Il blitz con l’arrivo dei carabinieri dalle 10. Doveva essere un semplice incontro con i giornalisti per presentare il corteo con cui mercoledì sera a Treviso i risparmiatori, provenienti da ogni parte del Veneto e d’Italia, dalle 20.30 sfileranno per il capoluogo. “Risarcire i derubati”, continua a ripetere il prete antiusura don Enrico Torta Mercoledì dalle 20.30 da Porta S. Tomaso a Treviso al corteo organizzato dall’associazione don Torta anche il presidente del Veneto Luca Zaia

ZAIA: «I “PROFUGHI” SONO I NOSTRI VENETI IN CRISI»

  • 18.07.2016

Il Presidente della Regione Luca Zaia per la prima volta in diretta con i telespettatori a Sveglia Veneti! Un’ora e mezza di botta e risposta per affrontare tutti i temi di attualità, dall’accoglienza al terrorismo, dalla sanità al volontariato rispondendo alle domande dei tanti che lo hanno contattato attraverso i nostri schermi. Poi il passaggio sul futuro di Veneto Banca e Popolare di Vicenza. Tema caldo la sicurezza. Con la proposta a costo zero del Governatore

TREVISO: PISTA CICLABILE VIALE MONTEGRAPPA, I RESIDENTI DEPOSITANO LE 750 FIRME

  • 18.07.2016

Chi sperava che con la chiusura totale nelle parole dell’assessore Michielan, residenti, commercianti e clienti di viale Montegrappa si mettessero il cuore in pace si è sbagliato di grosso. La battaglia per la messa in sicurezza della nuova pista ciclabile continua, tanto che oggi il comitato ha depositato le 750 firme raccolte in appena 10 giorni. Costringerà poi i viaggiatori dei bus ad attraversare la stessa pista una volta scesi alle fermate. Un rischio, dicono i residenti preoccupati anche per la svolta delle auto nelle vie laterali. Sul posto è andato anche il sindaco Manildo. Per ora però nessuna modifica del tracciato. E così se non riprende il dialogo ecco l’avvertimento. Domani le firme verranno consegnate anche al Prefetto.

38ENNE ACCOLTELLATO DAL VICINO PER FUTILI MOTIVI

  • 16.07.2016

Motociclista 38enne trevigiano accoltellato per futili motivi, dal vicino di casa un muratore 60enne marocchino uno sguardo di troppo, una parola detta male e zac la rabbia del vicino di casa si è trasformata in agguato, con uno due e più colpi sferrati con una lama di circa 10 centimetri di un coltellino svizzero, come racconta la moglie dell’accoltellato Il fatto questa mattina poco dopo le 5.30 a Quinto in una palazzina di via Capitello dove sono ancora visibili i segni dell’agguato. Qui c’è sangue dappertutto, nel sottoscala, nel garage accanto alla moto che avrebbe dovuto portare il 38enne per due giorni sulle Dolomiti e dove invece è stato accoltellato all’improvviso alle spalle. Il marocchino ai carabinieri oltre ad aver detto di essere estraneo ai fatti, ha negato ogni accusa a suo carico e se l’è cavata con una denuncia per lesioni aggravate a piede libero e ora è già rientrato a casa. Nel frattempo non si riesce a trovare il coltellino con cui sono stati inflitti i colpi, è sparito. Il motociclista fortunatamente non è grave e se la caverà con 15 giorni di prognosi.

AUTO CONTRO FURGONE; BAMBINO E NEONATO IN OSPEDALE, GRAVE LA MAMMA

  • 16.07.2016

Incidente oggi pomeriggio a San Zenone. Lo scontro tra una panda e un furgone che ha visto coinvolti due bambini in tenera eta’. Il fatto e’ accaduto tra via Marconi e via Beltramini. Ricoverata in gravi condizioni la mamma all’ospedale di Castelfranco cosi’ per i due bambini sotto osservazione per le contusioni riportate nell’impatto.

PASSERELLE DEI BURCI, INAUGURATE A META'

  • 16.07.2016

La festa della conclusione lavori passerelle dei Burci si trasforma in festa della polemica visto che al taglio del nastro mancavano solo loro i sindaci del Pd: ovvero Treviso, Silea e Casier al cui sindaco il presidente del Parco ha dichiarato guerra aperta. E dopo aver ripreso la concitata passeggiata di rappresentanza, l’amara sorpresa per ciclisti, turisti, curiosi e residenti .Tra malumori, rabbia, rancori e dispiaceri a metà passerella appena inaugurata con il ponticello di Casier chiuso si scatena la fantamotivazione . Alla fine della fiera, risolto l’inghippo, rimosso il cartello e riaperto il ponticello. Tutto per una dimenticanza

«IO PER AMORE DI TREVISO SCAMPATO AL SANGUE DI NIZZA»

  • 15.07.2016

E’ una telefonata continua per Giuseppe Stefani comandante aereo trevigiano in pensione con casa a Nizza. E’ un continuo squillare di amici e vicini di casa in Costa Azzurra lo chiamano per avere conferma che e’ vivo e che non e’ rimasto coinvolto nella strage jiadista del camion sulla strada lungomare. Lui doveva essere lì ieri sera come ogni anno dei 25 da quando si e’ innamorato della costa azzurra acquistando un’abitazione proprio lungo mare. Ma ieri Stefani ha deciso di tradire Nizza per Treviso tornando nell’abitazione di via S. Agostino dove vive da qualche anno. I fuochi d’artificio del 14 luglio sono per i francesi uno spettacolo patriottico imperdibile a Parigi come nelle maggiori città d’Oltralpe E proprio mentre si ricordava la rivoluzione francese il bilico condotto da un tunisino residente a Nizza si lanciava sulla folla travolgendo tutto e uccidendo tutti. Anche negli occhi di un pilota che ha visto il mondo viaggiando in tutti i continenti c’è sgomento per quanto successo. Giuseppe Stefani ha un altro appuntamento fisso da anni; dopo i fuochi della Francia quelli veneti del Redentore. Un rito che però forse quest’anno non rinnoverà rimanendo a Treviso.

ZENSON: RAGAZZA 17ENNE VOLA DAL TERRAZZO DI CASA

  • 15.07.2016

Ragazza 17enne cade dal terrazzo di casa di una palazzina schiantandosi a terra. La corsa in ospedale e le ore di angoscia. Il dramma vissuto a Zenson di Piave, ieri sera dopo le 19 in via Badini, quando la ragazzina dopo aver giocato con il fratellino si è seduta di spalle al terrazzo ed è improvvisamente scivolata giù dopo un volo di oltre 5 metri. La minorenne originaria del Senegal si è salvata per miracolo, infatti, seppur ferita non è in pericolo di vita, miracolosamente sopravissuta ad una caduta che poteva avere un finale ben peggiore.

BOLLETTE: TRA SCONTI E RICHIESTE DI PAGARE A RATE

  • 15.07.2016

Sconti in bolletta anche per i contadini e per i loro famigliari. Una sorta di bonus per l’agricoltura, da sempre il settore trainante l’economia trevigiana Agevolazione per sostenere e aiutare le aziende alla voce dei costi energetici e prevista con Coldiretti e le sue 15mila imprese agricole per un potenziale bacino di clienti domestici che supera quota 50mila. Il taglio alle bollette da oggi e fino al prossimo 31 dicembre 2017. Esigenza nata anche dal fatto che come dato sociale sugli oltre 370 mila utenti di Ascotrade, diverse migliaia quelli in difficoltà economica che da gennaio ad aprile corrente hanno chiesto di poter pagare i consumi a rate

CASTELFRANCO: ARCHITETTO 32 ENNE ARRESTATO PER STALKING

  • 14.07.2016

Oltre alle centinaia di sms che le inviava, la perseguitava ovunque: sotto casa, in biblioteca, al bar persino sul posto di lavoro dove quei disegni sconci e sadomaso venivano mostrati pure al titolare della ditta dove prestava servizio. E’ così che per un anno e mezzo quell’architetto 32enne conosciuto a casa di amici non le dava più tregua. Lei una studentessa 23enne di Castelfranco aveva cercato di tutelarsi e difendersi con una denuncia per stalking ma niente l’architetto-molestatore la seguiva nonostante il divieto di avvicinarsi a lei. Ieri la fine dell’incubo, si spera, con l’arresto del 32enne da parte dei carabinieri di Castelfranco

FIRMA IN PREFETTURA, VIA LIBERA AI CITTADINI SENTINELLE

  • 14.07.2016

Firmato dal sindaco di Treviso Giovanni Manildo, dal prefetto Laura Lega e dai vertici locali di polizia, carabinieri e guardia di finanza, il patto per la sicurezza segna l’inizio di una nuova stagione di collaborazione fra tutti questi soggetti. La prima novità è l’ufficializzazione del controllo di vicinato, già avviato dall’amministrazione comunale in forma sperimentale. Le prescrizioni sono le stesse di quando questo tipo di iniziative venivano chiamate “ronde leghiste”: non intervenire in nessun caso contro i malviventi ma limitarsi ad avvisare le forze dell’ordine. Tre le altre novità la condivisione dei database tra forze dell’ordine e polizia municipale e la creazione di una cabina di regia per monitorare costantemente i livelli di sicurezza in città.

SCONTRO A TREVISO, FERITO CENTAURO 31ENNE DI PAESE

  • 14.07.2016

Lo scontro tra furgoncino e la potente honda poco prima delle 13 di oggi in via Cal di Breda a Treviso quando il motociclista un 31 enne di Paese che stava andando a trovare la mamma ha svoltato esattamente nello stesso momento del furgoncino che proveniva dalla direzione opposta e guidato da un 49enne di Treviso. una mancata precedenza, la causa del sinistro, con accertamenti in corso da parte della polizia locale. Il motociclista ha riportato diverse contusioni e ferite ma fortunatamente non è in pericolo di vita

“INTIMIDAZIONI AI PROFUGHI, DENUNCIAMO IL SINDACO”

  • 13.07.2016

I controlli all’ordine del giorno, le telefonate che arrivano dal Municipio hanno toni pesanti. E poi l’ultima mossa. Una sorta di blitz degli agenti di polizia locale che, sostiene il responsabile dell’associazione “Hilal” che si occupa di accoglienza migranti, avrebbero fotografato i locali della casa e gli ospiti. Minacciando poi una sanzione di 320 euro ciascuno se Khezraji non si fosse presentato al comando. Una casa singola nel comune di Villorba. Lì da qualche tempo risiedono 14 migranti in accordo con l’Usl, 3 famiglie nigeriane e camerunensi. Tra l’altro previo accordo con il sindaco Serena che aveva chiesto proprio che almeno venissero accolti nuclei familiari. Intanto in provincia riemerge l’esigenza di un nuovo hub per i migranti. Altri 500 arriveranno nelle prossime ore e i ripetuti appelli del prefetto Lega ai cittadini perché mettano a disposizione gli appartamenti resta inevaso.

NEWS TG VENEZIA

DIPENDENTI COMUNALI PROTESTANO IN CONSIGLIO

  • 14.07.2016

Proteste, ancora una volta, in occasione del consiglio comunale. I dipendenti si sono riuniti nel primo pomeriggio davanti al municipio per chiedere alle forze politiche, locali e nazionali, di impegnarsi sulle modifiche al decreto legge "enti locali" in discussione alla Camera dei deputati. Secondo Fp Cgil, infatti, il testo attuale non risolve in alcun modo i problemi di Venezia. E’ stato un rappresentante della Rsu ad aprire la seduta del consiglio comunale invitando a prendersi carico delle problematiche dei dipendenti.

PARTORISCE DA SOLA IN CASA

  • 14.07.2016

Ha partorito sola in casa con l’aiuto di un operatore del 118 specializzato in casi di emergenza come questo. La donna, sola in casa, quando ha iniziato sentire i primi dolori ha avvisato i sanitari che hanno dirottato immediatamente un’ambulanza sul posto. Il bimbo però non ha voluto aspettare ed è venuto al mondo prima dell’arrivo di una zia e dei medici. La mamma è riuscita nell’impresa da sola. la donna e il piccolo, di 2 chili e mezzo, provati sono stati portati in ospedale a Chioggia per dei controlli, ma stanno bene.

L’EUROPA: SPIAGGE SUBITO ALL’ASTA

  • 14.07.2016

Terremoto, provocato dalla Corte di giustizia europea, si abbatte in piena estate sui titolari di tutte le spiagge del litorale veneziano. I giudici europei hanno, infatti, stabilito che le concessioni sulle spiagge italiane vanno messe a gara, annullata la proroga automatica e generalizzata fino al 31 dicembre 2020. “Si tratta per ora di un parere e non di una sentenza - ha spiegato il sindaco di Jesolo Zoggia - Quindi cerchiamo di non fasciarci la testa prima del tempo. Il sentore che il parere dell’avvocato generale fosse di questo tenore era già abbastanza noto” “Il Comune - continua - fornirà la massima collaborazione a Regione e Governo per sostenere e tutelare prima di tutto le nostre imprese e le aziende che già operano a Jesolo”. Le conclusioni non sono vincolanti ma generalmente vengono poi riprese dalla sentenza che verrà emessa dalla Corte.

MARGHERA: ANZIANA TRUFFATA DA FINTI VIGILI

  • 14.07.2016

Continuano le truffe ai danni degli anziani. In questo caso è toccato a una 90enne che abita nella zona di piazzale Emmer. Tre finti vigili, muniti di tesserino fasullo, hanno suonato a casa dell’anziana dicendo di aver recuperato la refurtiva di un furto e di voler controllare se nell’abitazione non fosse sparito nulla. La donna in confusione gli ha fatti entrare e mentre uno le parlava gli altri hanno arraffato 350 euro e una collana d’oro. Poi sono fuggiti.

RIVIERA: NIENTE TASSE A CHI HA INVESTITO PER LA RICOSTRUZIONE

  • 08.07.2016

Otto Luglio 2015. Ore 17:30. Un tornado di fortissima intensità si abbatte sulla Riviera del Brenta attraversando Mira, Dolo Cazzago e Sambruson . La sua forza è devastante, il quinto livello sui sei complessivi della scala Fujita, quella che dagli anni ’70 classifica la violenza dei tornado in base ai danni inflitti a strutture costruite dall’uomo. Un morto, 72 feriti, centinaia di sfollati e tantissimi danni. Ad un anno da quel tragico giorno è tempo di bilanci e di considerazioni. La Riviera si è alzata, soprattutto grazie alla tenacia dei suoi abitanti. Ma ci sono altri problemi che non hanno a che vedere con la furia della natura ma con le contraddizioni del nostro sistema fiscale. Bruno Cavalletto, titolare a mira di un’officina meccanica, un milione di euro di danni e il capannone completamente sventrato dal tornado, rimessa in piedi grazie allo sforzo comune di tutti i dipendenti, è l’emblema di queste difficoltà. Gli imprenditori colpiti dal tornado viaggiano su un auto della ricostruzione che marcia con il freno a mano tirato. La richiesta è che chi ha investito nella ricostruzione non debba pagare le tasse sui costi sostenuti.

LA TETTOIA CEDE, 63ENNE CADE AL SUOLO

  • 08.07.2016

Oriago. Attimi di panico in via lusore. Un 63enne si trovava sopra il capanno degli attrezzi adiacente alla sua abitazione, quando la tettoia ha ceduto facendolo precipitare al suolo da due metri di altezza. Sul posto è giunta l’ambulanza. Per il 63enne, diversi traumi dovuti alla caduta, ma è comunque trasportato al pronto soccorso per le cure del caso. Sul posto anche i vigili del fuoco, i carabinieri e gli ispettori Spisal dell'Ulss 12.

SORPRESI CON FORBICI, PADRE E FIGLIO DEFERITI

  • 08.07.2016

Cavallino. Si aggiravano con fare sospetto a bordo di due biciclette. I carabinieri hanno deferito all'autorità giudiziaria un padre 38enne, già noto alle forze dell’ordine, e il figlio non ancora 18enne, in possesso di tre forbici da elettricista, utilizzate per forzare serrature delle porte. Secondo la ricostruzione dei militari i due avrebbero preso a noleggio le le bici a Jesolo, per poi recarsi a Cavallino e mettere a segno qualche colpo.

RITROVATE DIECI MOLOTOV NEL CANTIERE DEL MOSE

  • 07.07.2016

Dieci bombe molotov sono state trovare all’interno del cantiere del Mose davanti alla diga di porto di Malamocco, agli Alberoni. La scoperta, fatta venerdì mattina da parte di alcuni lavoratori delle ditte che lavorano nel cantiere, ha fatto scattare l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri. Del ritrovamento ora se ne sta occupando l’antiterrorismo, l’indagine è coordinata dal Procuratore Adelchi D’Ippolito. La zona del ritrovamento è raggiungibile solo via acqua, le bottiglie sono state lasciate di notte. Proprio in giornata è iniziata la deposizione davanti ai giudici del tribunale di Venezia di Piergiorgio Baita. Il principale testimone d’accusa nell’inchiesta sullo scandalo Mose ha ribadito al pubblico ministero Stefano Ancillotto come Mazzacurati fosse il padrone del Consorzio Venezia Nuova asservendo allo stesso le varie aziende. Baita ha quindi confermato come per partecipare ai lavori bisognasse dare il 12% degli utili e restituire circa il 50% del denaro ottenuto dal Consorzio in lavori. Tutti fondi per creare 'nero' che sarebbero serviti a Mazzacurati per "acquisire consenso" sul fronte politico. Da qui, i finanziamenti illeciti per che hanno portato tra gli imputati molti politici. Sul fronte operativo intanto l’iter per la costruzione delle dighe mobili rischia di subire un pesante stop. Le società incaricate dei lavori infatti non sarebbero in regola rispetto alla legge sulle certificazioni obbligatorie antimafia. La Prefettura avrebbe avvisato i tre commissari che gestiscono il Consorzio Venezia Nuova dell'impossibilità di proseguire con i cantieri.

MARGHERA. UN APPELLO CONTRO IL DEGRADO ALLE VASCHETTE

  • 07.07.2016

Alle Vaschette a Marghera si attende un intervento di riqualificazione in grado di strappare questa zona da un degrado che aumenta ogni giorno. A lanciare un appello per il recupero dell'area l'associazione AIRIS. Di progetti in realtà ne esisterebbero: è il cosiddetto progetto porta sud che qui prevedeva l’abbattimento di 11 edifici da sostituirsi con nuove abitazioni, un parco e una piscina dopo un intervento di bonifica dell’area. Tutto si è fermato con l’ultimo edificio da abbattere, che ancora lì in piedi. Sempre più nascosto tra la vegetazione. E’ il numero 101 di via Pasini. Lo scoglio su cui si è arenata l’intera operazione. Di fronte al palazzo all’angolo tra via Pasini e via Bottenigo il monumento all’ingegnere Giuseppe Taliercio, il dirigente della Montedison rapito dalle Brigate Rosse, che proprio qui nel Luglio del 1981 fecero ritrovare il cadavere. Difficile che qualcuno lo veda. Questa non è più una zona per fare passeggiate. Somiglia sempre più a una terra di nessuno. Tra spaccio e prostituzione - raccontano i residenti - l’area è sempre più fuori controllo. La trascuratezza dell’area è totale. Quello che potrebbe apparire con appena un minimo di manutenzione un bel viale alberato versa in una condizione di totale abbandono. L’appello è alle istituzioni, a partire dal Comune perché si sblocchi la situazione al più presto.

RIFIUTI, IL PREFETTO CHIEDE REVOCA SCIOPERO

  • 07.07.2016

L’astensione dal lavoro comporterebbe un pregiudizio grave ai diritti della persona tutelati dalla Costituzione”. Il prefetto di Venezia si mette di traverso sullo sciopero dei rifiuti, programmato per l’11 e 12 luglio prossimi. I dipendenti del settore, infatti, andrebbero a scioperare nelle 48 ore successive alla fine del weekend, una situazione non certo sostenibile, dal momento che anche nei giorni precedenti la raccolta dei rifiuti sarebbe ridotta se non totalmente assente. La circostanza risulterebbe improponibile per il pubblico decoro, con i rifiuti di 4 giorni che si troverebbero ammassati, senza nessun operatore a raccoglierli.

CHIOGGIA. AUTO CONTRO MOTO: UN MORTO

  • 07.07.2016

A due giorni dallo schianto mortale costato la vita al padre di due bambini, un altro incidente in Romea, questa volta a Sant’Anna. Un motociclista clodiense 50enne è infatti morto poco dopo le 2 del pomeriggio nello scontro frontale con un’auto. Sul posto i mezzi di soccorso e il 118. Il medico rianimatore però non ha potuto far altro che constatare la morte sul colpo dell’uomo in sella alla moto. Pesanti i disagi per il traffico. Nell'incidente mortale di lunedì era morto Emanuele Cuchetti, 44 anni, padre di due figli, agente di commercio, che stava rientrando a casa dopo il lavoro. L'incidente era stato provocato dall'invasione di careggiata da parte di una Mercedes.

JESOLO. NONNA E NIPOTINI NEL CANALE CON L’AUTO

  • 07.07.2016

I vigili del fuoco sono intervenuti alle 11.40 per un incidente stradale in via Francescata per un’uscita autonoma di strada di un’autovettura di una nonna che viaggiava con tre nipotini. La donna dopo aver perso il controllo della vettura è finita in un canale di scolo adiacente la carreggiata. I pompieri hanno messo in sicurezza la vettura alimentata a gpl e collaborato con il personale sanitario del 118. La donna con i tre bambini di tre cinque e sette anni sono stati portati in ospedale per un controllo.

ALLARME BOMBA NELLA BASILICA DELLA SALUTE

  • 07.07.2016

Allarme bomba alla Basilica di Santa Maria della Salute. Preoccupazione nel primo pomeriggio per un involucro metallico ritrovato all'interno della chiesa. Immediato è scattato il protocollo di sicurezza delle forze dell'ordine. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, che hanno provveduto all'evacuazione e a mettere in sicurezza la zona, e una squadra di artificieri della Questura di Venezia, ha portato fuori l’oggetto che una volta aperto con le cattive si è rivelato essere un’urna vuota, probabilmente un ex voto.

MESTRE. ALL'ANGELO RADDOPPIANO INTERVENTI PER ICTUS

  • 07.07.2016

La “trombectomia cerebrale”, tecnica innovativa messa in atto solo nei grandi ospedali, è un intervento speciale che si pratica su un numero sempre più alto di pazienti colpiti da ictus. All’ospedale dell’Angelo nei primi sei mesi dell’anno sono già stati effettuati 21 interventi, rispetto ai 16 complessivi realizzati in tutto il 2015. Se il trend sarà confermato, il numero di questo tipo di operazioni sarà più che raddoppiato a dicembre 2016: “Siamo in prima linea su una tecnica complessa - spiega Enrico Cagliari, primario di Neuroradiologia - validata da recentissimi studi europei che ne dimostrano l’efficacia in termini di riduzione della mortalità e di miglior esito per il paziente colpito da ictus”.

IL RAMADAN FINISCE IN RISSA: DUE BENGALESI FERITI

  • 06.07.2016

La fine del Ramadan sarebbe dovuta essere una festa per loro, invece è finita in rissa. A poche ore dalla cerimonia all'alba di via Monzani a Marghera, alcuni bengalesi sono venuti alle mani. Erano le 2.45 di mercoledì mattina quando i residenti di corso del Popolo sono stati svegliati da urla e schiamazzi. Allertato il 113, gli agenti giunti sul posto hanno ricostruito la vicenda. Sarebbe scattata prima una lite verbale, poi si sarebbe passati alle vie di fatto. All’arrivo degli agenti la lite era già stata sedata: sono stati individuati solo due dei coinvolti nella lite che, entrambi feriti lievi, sono stati trasportati al pronto soccorso.

BAGNI FURBETTI: OCCUPANO SPIAGGIA ABUSIVAMENTE

  • 06.07.2016

Furbetti in spiaggia. Si tratta di tre concessionari di Sottomarina, che occupavano tratti di spiaggia libera limitrofi a quelli concessi dal demanio. A scovare le irregolarità è stata la guardia costiera con il personale del comune. Gli spazi erano sottratti al pubblico uso. Il totale della superficie indebitamente occupata dagli stabilimenti è risultato di circa 4mila metri quadrati, ragion per cui il Comune ha immediatamente avviato il procedimento amministrativo per la rimozione delle strutture abusive e per richiedere l'indennizzo a seguito di un'occupazione mantenuta senza titolo. La guardia costiera, invece, ha provveduto a segnalare i tre concessionari all’autorità giudiziaria, per abusiva occupazione di suolo demaniale marittimo. Gli stessi dovranno anche pagare una multa tra i 3 e i 4mila euro per sanare la proprio posizione.

RISSA DAL PARRUCCHIERE: NEGOZIO DISTRUTTO

  • 06.07.2016

Sei persone all’ospedale, intervento della polizia locale e indagini in corso. È il bilancio di una maxi rissa avvenuta ieri pomeriggio in centro storico all’interno di un negozio di parrucchiere vicino a Ca farsetti. Grida feroci, rumori di mobili spaccati e vetri infranti. Quando i vigili sono riusciti a entrare si sono trovati di fronte a cinque uomini che stavano picchiando uno dei dipendenti kosovari del negozio, colpendolo senza pietà. Il tutto mentre due donne, un’inserviente e una cliente, cercavano di scappare terrorizzate dai locali. Difficile capire cosa sia successo e soprattutto le cause della violenta rissa che ha causato gravi danni ai locali. C’è chi ha parlato di una somma di denaro avanzata, chi di motivi familiari o personali. I feriti sono stati portati all’ospedale. Tutti sono stati denunciati.

VENEZIA. SCIOPERO DELLA NETTEZZA URBANA: POSSIBILI DISAGI

  • 06.07.2016

I lavoratori addetti alla raccolta rifiuti alzano il tiro e decidono di scioperare ben due giorni di fila, lunedì 11 e martedì 12 luglio. Dopo ben due scioperi nazionali già messi in atto lo scorso 30 maggio e 15 giugno, nulla è cambiato: il loro contratto è scaduto dal 31 dicembre 2013 e non è ancora stato raggiunto l'accordo per il rinnovo. Così le sigle sindacali Cgil, Fit, Cisl, Uilt e Fiadel hanno annunciato un nuovo stop al servizio. Per una città come Venezia potrebbe trattarsi di un problema piuttosto grosso.

MURANO, NASCE IL MARCHIO DI TRACCIABILITA’

  • 24.06.2016

Un bollino che garantisce l’assoluta originalità, l’unicità e il valore del processo creativo del vetro di Murano. E’ una sorta di carta d’identità. Il nuovo marchio di tracciabilità Vetro Artistico è stato presentato dal Consorzio Promovetro, con il sostegno della Regione Veneto e della Camera di Commercio di Venezia e Rovigo. Il contrassegno, realizzato seguendo le più moderne tecnologie, consentirà all’utente finale di ripercorrere, tramite smartphone, tablet e pc, l’intera storia del prodotto, ricostruendone il processo di creazione. Si tratta, naturalmente, di un ottimo strumento per combattere il problema della contraffazione. Da una ricerca condotta dalla Camera di Commercio di Venezia si evince che a minare alla base il tessuto produttivo di Murano è la concorrenza sleale dei prodotti realizzati al di fuori dell’isola, pari all’80% di quanto venduto nei negozi del centro storico. L’indagine, svolta su un campione di 12 negozi e 120 oggetti, ha evidenziato anche la presenza sui prodotti di ben 41 diciture diverse, 9 delle quali fanno inequivocabilmente riferimento a una lavorazione effettuata all’interno dell’isola di Murano.

I MESTRINI CHE SI SONO “RIAPPROPRIATI” DEL LORO PARCO

  • 24.06.2016

Via Piave e la stazione ferroviaria, l’area dell’ex Umberto I tra via Circonvallazione e via Ospedale, il parco della Bissuola... La mappa delle zone critiche di Mestre: in balìa di degrado e criminalità. Porzioni di città che appaiono perse, abbandonate al loro destino, in cui c’è chi oramai ha paura anche solo a passeggiare in determinati orari. Ma non è detto che a Mestre le cose debbano sempre peggiorare, esistono anche zone che vanno in controtendenza. Come il parco Villa Tivan sul Terraglio, di fronte alla caserma Matter ad esempio. Qui i cittadini si sono organizzati riuscendo a riappropiarsi di uno spazio che rischiavano di perdere. La presenza di gruppi cinofili ha iniziato a diradare le presenze poco raccomandabili fino a farle scomparire del tutto. Alcuni frequentatori del parco si sono costituti in un’associazione che ha sta raccogliendo fondi per creare percorsi per disabili e anziani di modo che tutti possano godere di questo splendido parco che da su via terraglio. E domenica ci sarà una festa con diversi gruppi cinofili. Una storia a lieto fine che dimostra come un’alleanza tra cittadini e istituzioni possa davvero far voltare pagina a Mestre. L’opera di recupero del parco non è finita. Poco visibile sia dal parco, e probabilmente ignorata dagli automobilisti che sfrecciano sul Terraglio c’è una chiesetta del 1721: la Cappellina della Santissima Trinità. Appena terminati i percorsi per disabili e anziani, il prossimo obiettivo sarà proprio il recupero di questa chiesetta.

«SCUSI UN’INFORMAZIONE?» E POI LA RAPINA

  • 24.06.2016

La avvicina con la scusa di chiedere un'indicazione stradale, dopodiché la rapina e la scaraventa a terra. Non ha avuto alcuna remora un criminale solitario nel derubare e mandare all'ospedale un'anziana di 72 anni , in corrispondenza di via Penzo. L'aggressione verso le 20, quando la donna stava camminando non lontano dalla propria abitazione. Aveva appena concluso una riunione di condominio e si trovava in un'area verde pubblica con il cane , e delle borse della spesa. Le forze dell’ordine ora cercano un 30enne probabilmente dell’Europa dell’est.

PORTOGRUARO. MOLESTA UNA 14ENNE, ARRESTATO ANZIANO

  • 24.06.2016

Le indagini sono andate avanti per circa un mese a ritmo serrato, e hanno portato all'identificazione del maniaco. Nella serata di giovedì i carabinieri hanno arrestato un 67enne pensionato originario del portogruarese, poiché avrebbe tentato molestato una ragazzina di 14 anni. L'episodio incriminato sarebbe accaduto verso la fine di maggio, all'interno di un parco pubblico della città. L’adolescente si è rivolta ai militari dell’arma con i genitori, le indagini hanno permesso di fermare il maniaco.

VENERDI’ NERO SUL FRONTE VIABILITA’ A VENEZIA

  • 24.06.2016

Giovedì nero per chi si è trovato ad attraversare il Ponte della Libertà, in un susseguirsi di incidenti, code e disagi. Ultima in ordine di tempo - alle 14.50 - un’automobile che ha preso fuoco sul ponte, in direzione Mestre, bloccando un tram. Ci è voluta un’ora per liberare la carreggiata. In mattinata, c'era stato un nuovo stop, questa volta in direzione Venezia, quando un autobus si è improvvisamente bloccato in corsia di sorpasso per un guasto, provocando inevitabili rallentamenti e oltre due chilometri di coda.Sulla A4 invece un camion è finito in un fossato che costeggia l’autostrada , disagi per chi doveva arrivare a Venezia da Trieste.

ESERCITO DI ABUSIVI SULLE NOSTRE SPIAGGE

  • 24.06.2016

In estate, ogni giorno, tra il centro storico di Venezia e le spiagge del resto della provincia lavora un esercito di 600 venditori abusivi, con punte che in certi giorni di festa - soprattutto d’agosto - possono diventare anche 900. Si tratta in gran parte di cittadini del Bangladesh. Sempre meno vendono prodotti contraffatti e come avviene in centro storico a Venezia, si tratta di persone con un regolare permesso di soggiorno. Elementi che rendono ancora più spuntate le armi delle forze dell’ordine per contrastare questo fenomeno che spesso porta a situazioni di degrado.

CASA SVALIGIATA, LADRI SCOPERTI E SUBITO LIBERATI

  • 22.06.2016

Il sollievo di aver visto catturare i ladri che gli avevano svaligiato l'appartamento si è subito mutato in delusione per Angelo Calzavara, residente della Cipressina che per tre volte in poche settimane si è trovato la casa ripulita. “Abbiamo incontrato i delinquenti in tribunale, al processo per direttissima - racconta il pensionato - si sono presi la loro pena di 14 mesi senza fiatare e poi se ne sono andati a casa col sorriso.” “Mi chiedo come ci si possa sentire al sicuro - chiosa il protagonista dell'episodio purtroppo tuttaltro che insolto - quando i ladri non possono essere resi inoffensivi neppure se scoperti.” “Dai dati che abbiamo raccolto - spiega Mauro Di Matteo della Uil pensionati - la sicurezza è il problema che di questi tempi preoccupa di più gli anziani. Stiamo organizzando insieme ai carabinieri e alla polizia di stato degli incontri per formare i nostri iscritti ai comportamenti da tenere in caso di contatto coi delinquenti. Uno dei consigli più importanti è quello di non farsi prendere dalla rabbia e non mettersi a fare gli eroi.”

REFERENDUM SEPARAZIONE, PAROLA AL CONSIGLIO METROPOLITANO

  • 22.06.2016

Il silenzio calato improvvisamente sul referendum per la separazione tra Venezia e Mestre non tragga in inganno. Le fazioni in campo, deve spiccano il sì della Regione e il no del Comune, stanno solo affilando le armi in vista del prossimo round. Dopo i fuochi d’artificio in occasione del voto sull’ammissibilità del quesito a Cà Farsetti, quando il fronte referendario aveva polemicamente distribuito il documento nel quale in campagna elettorale Brugnaro si era impegnato a sostenere il referendum, la palla passa alla città metropolitana Che si possa votare o meno sul futuro, assieme o separate, di Venezia e Mestre è diventata ormai disputa da giuristi. Il fronte del No sostiene infatti che con la riforma Del Rio, che ha istituito la città metropolitana, il referendum non si può più fare così come era avvenuto in passato. Dal punto di vista politico intanto, il dibattito ha già avuto conseguenze, aprendo una crepa nella maggioranza che governa a Cà Farsetti tra il sindaco e la Lega Nord.

BANCHE, DALLE INDAGINI SPIRAGLI PER GLI AZIONISTI

  • 22.06.2016

“Gli esiti di queste indagini sono sconcertanti” assicura il comandante della Guardia di Finanza Giuseppe Mango durante la cerimonia per il 242esimo anniversario della fondazione del corpo alla Giudecca. “Di più non possiamo dire perché le operazioni sono ancora in corso - puntualizza - ma siamo particolarmente attenti e scrupolosi perché in gioco ci sono gli interessi, speriamo non definitivamente sopiti, di chi ha versato i propri risparmi in questi istituti.” Quella di recuperare parte del credito come risarcimento per comportamenti illegali subiti è dunque un'eventualità sulla quale le Fiamme Gialle sono possibiliste, e non riguarda soltanto gli azionisti e gli obbligazionisti di Popolare di Vicenza.

LA RIFORMA DELLA SANITA’, BATTAGLIA IN CONSIGLIO REGIONALE

  • 21.06.2016

“La madre di tutte le battaglie” per usare le parole del presidente Luca Zaia, senza dubbio uno dei provvedimenti più significativi se non il più importante dell’intera legislatura: la riforma della sanità veneta approda in consiglio regionale dopo mesi di discussioni e polemiche. Il provvedimento approdato in aula prevede la riduzione delle Ulss venete da 21 a 9 e istituisce la cosiddetta 'Azienda Zero', una nuova struttura di gestione che nelle intenzioni di Zaia porterà al miglioramento dell'intera macchina sanitaria e all'ottenimento di notevoli risparmi di spesa La sanità veneta è una macchina perfetta - scandisce in aula il presidente - ma deve sapersi rinnovare. E deve far fronte ai nuovi tagli. Ecco perché la riduzione delle ULSS: meno Ulss, meno costi amministrativi, basta con 21 uffici legali, 21 centri d'acquisto, 21 uffici tecnici, 21 uffici informatici. Oltre ai sette capoluoghi Bassano del Grappa e in provincia di Venezia la ULSS del veneto orientale. In aula sarà battaglia, le opposizioni hanno presentato un migliaio di emendamenti. Nel frattempo Zaia si gode la vittoria nelle amministrative. Se in Veneto la Lega ride, non lo fa in Lombardia: tanto che c’è chi parla di vittoria del modello Zaia sul modello Salvini: una sorta di viatico anche per una futura leadership nazionale del governatore del Veneto.

GIOCO DI SQUADRA ALL’OSPEDALE DI MESTRE

  • 21.06.2016

Al tumore al polmone, che andava operato al più presto possibile, si sommava una patologia al cuore: impossibile intervenire al torace quindi senza prima risolvere la situazione sulle coronarie. Ma allo stesso tempo, i farmaci necessari per l’intervento alle coronarie potevano complicare il sanguinamento già in atto nei bronchi. Questa la situazione di un 75enne sottoposto a un delicatissimo doppio intervento nei giorni scorsi all’ospedale all’Angelo di Mestre. Lavoro di squadra tra il primario di chirurgia toracica Cristiano Breda, il cardiologo emodinamista dottor Francesco Caprioglio e gli anestesisti Antonio Farnia e Francesco Lazzari. Il paziente è stato portato prima nella sala operatoria dell’Emodinamica, dove il cardiologo con un angioplastica e stent medicanti di ultima generazione è intervenuto sulla stenosi coronarica. Subito dopo il paziente è stato trasferito nella sala operatoria della chirurgia toracica dove è avvenuto l’intervento chirurgico vero e proprio, al polmone destro. Alla fine l’equipe chirurgica ha immediatamente iniziato una duplice terapia antiaggregante. Il Paziente dopo un giorno è rientrato in reparto dalla terapia intensiva e dopo una settimana dimesso. Interventi come questo - ha commenta il direttore generale dell’Ulss 12 Giuseppe Dal Ben - costituiscono il ‘certificato di garanzia’ per un ospedale hub, che è tale proprio perché al suo interno gli interventi di questa complessità diventano possibili, e quasi normali.

CROCIERE: VENEZIA SCENDE DAL PODIO

  • 21.06.2016

Un settore in continua espansione, in Italia come nel resto d'Europa: unica città in difficoltà è Venezia, che perde posizioni e scende dal podio delle mete più gettonate. Nel vecchio continente, l'impatto economico delle crociere ha raggiunto nel 2015 la cifra record di 40,95 miliardi, +2% rispetto all'anno precedente: è quanto emerge dal secondo report di Clia, l'organizzazione internazionale delle compagnie da crociera, secondo cui le spese dirette generate dal settore hanno raggiunto quasi i 17miliardi, in aumento rispetto al 2014. L'Italia si conferma la prima destinazione europea con 6,8 milioni di passeggeri, nonché leader globale nella costruzione di navi. Con l'unica eccezione, appunto, del capoluogo veneto. La città resta bloccata in un'eterna situazione di stallo il risultato che Venezia ha visto un calo dell’8,7 per cento. Facendo uscire la laguna dalla “top 3” dei porti mediterranei, quarta dietro a Barcellona, Civitavecchia e Palma di Majorca.

NEWS TG PADOVA

ALLARME BOMBA A VILLA BARBIERI, MA E’ SOLO UNO SCHERZO

  • 23.07.2016

“C’è una bomba a Villa Barbieri” pochi istanti, parole inquietanti pronunciate nella notte, mentre a Monaco ancora si contavano morti e feriti dell’attentato al centro commerciale. Fortunatamente si è trattato di un scherzo imbecille messo a punto da qualche ragazzo ubriaco,ma tanto è bastato per far scattare i controlli all’interno della discoteca di via venezuela a Padova. La chiamata arriva al 112 attorno all’una e quaranta. La voce in un italiano stentato avvisa della presenza di una bomba all’interno del locale proprio mentre è in corso una festa a tema e ci sono migliaia di ragazzi in pista a ballare. Sul posto arrivano i carabinieri di Padova e Cadoneghe e una volante della Questura. Scattano i controlli all’interno della discoteca che durano fino alle 4 del mattino, i presenti non si accorgono di nulla, il locale non è stato fatto evacuare. Già dal tono della telefonata si era percepito che era la bravata. Poco prima della chiamata infatti il personale della sicurezza non aveva fatto entrare un gruppetto di stranieri. I gestori del locale fanno sapere che da tempo l’ingresso viene filtrato per evitare l’accesso di persone poco gradite che potrebbero provocare risse come è accaduto in settimana. I carabinieri ora stanno cercando di risalire agli autori di questa assurda bravata, la chiamata al numero d’emergenza però è stata fatta togliendo la sim dal cellulare, al vaglio dunque le immagini delle telecamere di sorveglianza.

RIMANGONO IN OSPEDALE I DUE ANZIANI PESTATI DAI LADRI

  • 23.07.2016

Libero e Rosina rimangono in ospedale. I due anziani pestati a sangue dai ladri che hanno messo a soqquadro la loro casa di via san felice, sono ancora provati psicologicamente dalla violenza subita. Libero Bendini 87 anni rimane in osservazione breve intensiva e la moglie Rosina Fracasso, 86 anni, in terapia sub intensiva neurologica. I due anziani necessitano ancora di riposo e tranquillità. Intanto la loro abitazione rimane sotto sequestro per volontà dell’autorità giudiziaria di Rovigo.

SORPRESI A RUBARE IN UN CONDOMINIO, DENUNCIATI

  • 23.07.2016

Sorpresi ad armeggiare con la serratura di un portoncino all’interno di un condominio di via busonera, due giovanissimi romeni di 19 e 25 sono stati denunciati per tentato furto. I carabinieri sono stati allertati da un residente che aveva visto i due tipi sospetti entrare nel palazzo. Nello zaino sequestrato ai due romeni trovate torce e cesoie.

ANZIANI TORTURATI: PIACENZA D’ADIGE SOTTO SHOCK

  • 22.07.2016

È caccia ai rapinatori che hanno torturato e derubato i due anziani coniugi di Piacenza d’Adige i carabinieri hanno raccolto numerosi reperti all’interno della vecchia casa colonica messa a soqquadro dalla furia di due o forse tre balordi senza scrupoli che si sono accaniti con violenza contro i due 80enni indifesi. Si indaga a tutto campo anche tra i conoscenti, ma soprattutto tra le persone sospette che circolano in zona. Rosina Fraccaro ha raccontato al figlio un particolare inquietate: qualche giorno prima un mendicante aveva suonato alla porta per chiedere soldi e cibo e mentre lei gentilmente gli dava qualche spicciolo un altro uomo faceva il giro della casa, come se stesse effettuando un sopralluogo. Particolari riferiti anche ai carabinieri che stanno indagando. I due anziani Libero Bendini e la moglie Rosina sono ancora ricoverati all’ospedale di Schiavonia, si stanno riprendendo anche se il rammarico è grande perché non resta più nulla della loro pensione e delle cose a cui erano affezionati. Il paese dopo questo episodio di brutale violenza ha paura.

PFAS: ANALIZZATI I CASI DI TUMORE NELL’AREA CONTAMINATA

  • 22.07.2016

Nel 2013, 1223 casi di nuovi tumori, 687 nei maschi e 536 nelle donne. I più diffusi per gli uomini sono i tumori alla prostata, alla vescica e ai polmoni, mentre per la donna mammella, colon retto, tiroide e utero. Sono i numeri che il registro tumori del veneto ha raccolto nelle zone delle ulss 5-6 Ovest e Basso Vicentino interessate dalla contaminazione da Pfas. Indagine che ha riguardato 21 comuni compresi tra le province di Vicenza, Padova e Roviga per un bacino di 127 mila abitanti. Dai dati raccolti emerge che l’incidenza delle neoplasie e inferiore se confrontati con quelli dell’area coperta dal registro tumori. I rappresentati della Regione lo ritengono un dato positivo in quanto era stata prospettata una possibile associazione tra inquinamento da pfas e i tumori del rene e del testicolo. Da un controllo nel quadriennio 2010-2013 l’incidenza in questi 21 comuni è inferiore rispetto al resto del Veneto. Anche se per il momento la correlazione tra pfas e incidenza del tumore non è stata accertata i valori di sostanze nocive nel sangue resta alta in questa popolazione che verrà costantemente monitorata.

VIOLENZA SESSUALE, ASSOLTO EX RETTORE SEMINARIO

  • 22.07.2016

La Corte d’Appello ha assolto - perché il fatto non sussiste - don Gino Temporin, 70 anni, ex rettore del seminario minore di Padova. Il sacerdote era stato accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di un bambino all’epoca dei fatti studente alle scuole medie dell’istituto che ha sede a Rubano. La Corte ha stabilito la totale estraneità di don Temporin da quell’infamante accusa, nonostante la procura generale avesse chiesto una condanna, seppur con l’attenuante del fatto di lieve entità. «È finito un incubo» ha commentato ieri pomeriggio l’ex rettore del Seminario.

MALORE IN CANTIERE, MUORE MURATORE 58ENNE

  • 22.07.2016

Un malore improvviso, mentre stava lavorando su un'impalcatura. È morto davanti ai colleghi, Ettore Turetta, 58 anni. È accaduto venerdì mattina in un cantiere edile in via Bosco Primo a Campodarsego. Il muratore, probabilmente a seguito di un infarto, si è improvvisamente accasciato sotto gli occhi degli altri lavoratori. Inutili purtroppo i soccorsi del Suem 118. Per il 58enne non c'è stato nulla da fare. Sul posto i carabinieri.

RUBA AUTO, MA VIENE SORPRESO MENTRE CI DORME DENTRO

  • 22.07.2016

Aveva rubato una 500L rossa ad un gruppo di ragazzi che aveva incontrato al parco Kennedy di Masera. Un 20enne ungherese già noto per furti d’auto e rapine è stato visto pochi giorni dal proprietario dell’auto e da un’amica mentre in via Marzolo dormiva all’interno della macchina. I due hanno chiamato subito la polizia, nel frattempo hanno bloccato il ladro e si sono fatti riconsegnare le chiavi. I poliziotti hanno denunciato per furto il 20enne.

SCHIANTO CONTRO UN CAMION, ESTRATTI VIVI DUE RAGAZZI

  • 22.07.2016

Due giovani sono stati estratti dalle lamiere dell'auto dopo un tremendo schianto contro un camion Volvo. L'incidente è avvenuto nella notte lungo via Medici a Limena, nella frazione di Vaccarino. I vigili del fuoco di Padova sono intervenuti con due mezzi e sette operatori, per la messa in sicurezza del posto e per estrarre i due ragazzi feriti, due albanesi di 30 e 27 anni, che sono stati portati in ospedale in area rossa. Non sono in pericolo di vita. Alla guida del mezzo pesante, un romeno di 40 anni, rimasto illeso.

ANZIANTI TORTURATI: «NON HANNO MAI SMESSO DI PICCHIARCI»

  • 21.07.2016

Una notte di terrore, istanti interminabili che Libero Bendini 86 anni ricostruisce con gli occhi lucidi dal letto d’ospedale. Il livido nero, la palpebra gonfia, i dolori delle botte che si fanno sentire in tutto il corpo. Insieme alla moglie Rosina è rimasto in balia dei rapinatori, 2 forse tre che sono entrati nella loro abitazione in via San Felice nelle campagne di Piacenza d’Adige. Hanno rotto tutto, vetri a terra, stanze a soqquadro, gli hanno separati e picchiati, Rosina ha sul braccio segni di percosse e pare sia stata aggredita anche con un ferro da stiro. Una tortura, il tutto per farsi consegnare i soldi, 300 e la pensione appena ritirata per poter ordinare la fornitura invernale di pellet per la stufa. Ora non rimane più nulla sola la paura di ritornare a casa. I carabinieri anche oggi sono tornati per i rilievi nell’abitazione. I due anziani dopo la razzia e il pestaggio violento sono stati legati mani e piedi con il filo del telefono. Libero e la moglie sono stati portati in ospedale, Rosina ha dei traumi, ieri sera si abbracciati per qualche minuto. I rapinatori erano vestiti di nero, gridavano e urlavano parole incomprensibili, Libero non ha riconosciuto accenti particolari, si augura solo che vengano trovati al più presto per evitare che violenze di questo tipo accadano ancora.

ANZIANI TORTURATI, IL FIGLIO: «MIA MAMMA HA DEI SOSPETTI»

  • 21.07.2016

Donato è ancora sconvolto mentre riporta quello che la madre Rosina gli ha raccontato di quella notte di terrore. 87 anni nonostante le ferite e la paura è stata lei ad avere la forza di liberarsi dal filo del telefono con cui le avevano legato mani e piedi e a dare l’allarme, ricaricando il cellulare e chiamando i carabinieri. Ora Rosina Fracasso è ancora ricoverata in terapia intensiva. Secondo lei ad aggredirla potrebbe essere stato un gruppo di stranieri che spesso si aggirava in zona chiedendo soldi e cibo e che qualche giorno prima aveva suonato anche alla sua porta. Lei sempre gentile aveva dato qualche spicciolo, ma aveva notato che qualcuno faceva il giro della casa. Ora il figlio Donato spera sia fatta giustizia e che vengano trovati al più presto i rapinatori. "Loro che non hanno avuto pietà di due anziani indifesi - dice - si meritano lo stesso trattamento". A Piacenza d’Adige piccolo comune al confine con Rovigo non si parla d’altro, in comune tutti ricordano con affetto quei due anziani Libero e Rosina entrambi vedovi che 4 anni fa hanno deciso di sposarsi scegliendo come testimoni due impiegati del municipio. Il sindaco assicura che non appena verranno dimessi verrà garantita loro la massima assistenza.

1. ANZIANA SCIPPATA IN VIA FACCIOLATI

  • 21.07.2016

Aggredita sulla strada di casa, strattonata e spinta a terra. Tutto per una collana d’oro. La vittima è un’83enne, residente in via Facciolati, rapinata ieri verso mezzogiorno. La donna stava rientrando a casa dopo aver sbrigato qualche commissione in quartiere. Improvvisamente si è affiancato un uomo in scooter vestito di scuro. Sembrava volesse chiederle una informazione e lei si è avvicinata. Appena l’ha avuta a tiro, però, il malvivente ha agguantato la collana d’oro che aveva al collo e ha tirato con tutta la forza che aveva. L’anziana è caduta. Si è fatta male alle ginocchia e ha rimediato una botta al fianco. Il rapinatore, con il gioiello ormai in mano, ha accelerato e se n’è andato.

INSULTI RAZZISTI, BITONCI: «CHIEDO SCUSA PER LORO»

  • 21.07.2016

Il sindaco di Padova, ha chiesto scusa a Keita, il calciatore senegalese della Lazio insultato da circa 150 tifosi padovani durante l'amichevole Lazio-Padova disputata mercoledi ad Auronzo di Cadore. L'attaccante, tra l’altro, aveva anche replicato agli ultrà invitandoli con il dito indice davanti alla bocca a tacere.

VIGONZA: 31ENNE STRONCATO DA UN TUMORE FULMINANTE

  • 21.07.2016

Stroncato da un tumore fulminante che in una settimana l’ha ucciso. Riccardo Nalesso 31anni si è spento in ospedale dov’era stato ricoverato lo scorso 13 luglio. Era tornato da poco da una vacanza in Grecia. Da qualche tempo lamentava un dolore alla schiena, che sembrava dovuto agli impegni sportivi, poi il mal di stomaco sembrava un’ulcera, ma quando è stato ricoverato in ospedale i medici gli hanno diagnosticato una rara forma di tumore molto aggressiva.

PIOVE DI SACCO: RITROVATA LA 12ENNE SCOMPARSA DA CASA

  • 21.07.2016

È stata ritrovata dalla polizia locale di Padova la 12enne scomparsa da casa alcuni giorni fa. La ragazzina dopo che erano state divulgate le sue fotografie era stata segnala in centro. I vigili l’hanno ritrovata in via Santa Lucia. È in buone condizioni di salute, restano da chiarire le cause dell’allontanamento.

SALETTO: ARRESTATO IL “NONNO-SPACCIATORE”

  • 21.07.2016

Fermato durante un controllo stradale in via arzerello, un 71enne di Badia Polesine è stato arrestato per spaccio di droga. Nascosto nel suo marsupio c'erano sei dosi di cocaina, per un peso di 150 grammi circa, e due involucri di eroina, per oltre un etto, assieme a 1.190 euro in contanti. In casa dell'anziano sono stati poi trovati 13 grammi di hashish, un bilancino di precisione e otto cartucce calibro 12 a palla unica.

FURTO AL NUOTO 2000, DENUNCIATI DUE ROM

  • 21.07.2016

Lo scorso 11 luglio, avevano rubato il telefono cellulare ad un ragazzo di 13 anni all'interno degli impianti Nuoto 2000 in via Pioveghetto a Padova. I carabinieri di Selvazzano Dentro hanno denunciato due giovani nomadi di 21 e 18 anni, residenti a Pontelongo e in città. I militari, infatti, hanno rinvenuto il telefonino rubato nell'abitazione di uno dei due denunciati. Il cellulare recuperato, è stato riconsegnato al legittimo proprietario.

COPPIA DI ANZIANI PICCHIATA E DERUBATA IN CASA

  • 20.07.2016

Erano le tre quando per due anziani coniugi, Libero Bendini di 87enne e Rosina Fracasso di 86, è iniziato l’incubo. Almeno tre malviventi col volto coperto, sono entrati nella loro casa in Via San Felice a Piacenza d’Adige dopo aver forzato la finestra al piano terra, e, dopo averli svegliati e legati con un filo per l’antenna che con tutta probabilità hanno trovato in casa, si sono fatti consegnare il portafoglio con trecento euro in contanti, la tessera postamat e il codice Pin. Poi sono fuggiti con alcuni oggetti d’oro. I coniugi erano in stato di shock, ma ancora vigili. E’ stata la donna a liberarsi per prima e dare l’allarme chiamando i carabinieri, giunti sul posto poco dopo. Nel frattempo la coppia è stata portata all’ospedale di Schiavonia, dove sono tuttora ricoverati per numerose lesioni e fratture riportate dopo il pestaggio. Sul braccio della donna anche bruciatura di un ferro da stiro. Da fuori l’abitazione dei due anziani può sembrare un casolare abbandonato. Non è escluso, quindi, che i banditi pensassero di andare a rubare in una casa disabitata e che poi si siano trovati i due anziani all'interno.

RIFIUTA ALCOLTEST, PATENTE RITIRATA AD AUTISTA DI AMBULANZE

  • 20.07.2016

Cittadella. Sottoposto ad un normale controllo stradale, un autista di ambulanze, fuori servizio e alla guida della propria auto, si è rifiutato di sottoporsi all'alcoltest. Gli è stata ritirata la patente. L'uomo, operativo al pronto soccorso, non potrà condurre alcun mezzo di soccorso. L'azienda ospedaliera ha fatto sapere che per supplire alla mancanza di un autista valuterà l’utilizzo di una graduatoria aperta.

TRE PINI: SIMBOLO PER LA CITTA’, SI CHIUDE UN’EPOCA

  • 20.07.2016

Addio ai tre pini. Simbolo dello sport patavino. Del rugby, del basket, di pallavolo o anche di calcio degli ultimi 80 anni. Nel 2008 il primo è caduto dopo un violento temporale, ora è giunto il momento di abbattere gli altri due, che sono ammalati. E cosi finisce un’epoca. Anche per i padri gesuiti è una scelta dolorosa, ma che lascia spazio a nuovi progetti.

NOVE CUCCIOLI ABBANDONATI AL CAMPO DI VOLO

  • 20.07.2016

Montagnana. Nove cuccioli di cane, sono stati trovati nelle vicinanze del campo di volo in via Argine Padovano. Si tratta di un probabile incrocio fra un Golden retriever e un Labrador. Sul posto sono giunti in un cinovigile dell'Ulss 17 e la polizia locale. I cuccioli stanno bene, è probabile che fossero stati abbandonati solo poche ore prima del rinvenimento.

CORTEO METALMECCANICI IN PIAZZA: L’IRA DEI COMMERCIANTI

  • 19.07.2016

Quella di domani potrebbe essere la giornata della doppia protesta: da un lato i metalmeccanici della Fiom che manifesteranno per il rinnovo del contratto, dall’altra i commercianti padovani infuriati perché la manifestazione potrebbe danneggiare la loro giornata di lavoro. Il corteo dei manifestanti, infatti, partirà da piazzale Stazione, attraverserà piazza dei Signori, fino a raggiungere la Prefettura. E proprio in piazza dei Signori ci sarà il divieto di transito e parcheggio, insomma una giornata persa, dicono i negozianti e anche gli ambulanti. La manifestazione della Fiom ha aperto un fronte polemico anche tra il sindaco Bitonci e i sindacati. Il primo cittadino padovano ha duramente criticato il percorso della manifestazione. “I cortei in centro andrebbero vietati” ha detto Bitonci esprimendo la sua solidarietà ai commercianti “Dov'è finito il decreto sicurezza annunciato da Renzi in tempi di campagna elettorale? Si chiede Bitonci - Renzi aveva promesso di concedere ai sindaci la possibilità di vietare alcune manifestazioni. La responsabilità di quanto accadrà domani a Padova è quindi solo del Governo” conclude il sindaco. Per questo oggi i commercianti del centro e gli ambulanti hanno iniziato una raccolta firme che porteranno al prefetto per chiedere che vengano rivisti i percorsi dei cortei evitando il passaggio lungo le strade del centro.

PROFUGHI, IL SINDACO CHIEDE L’ESERCITO

  • 19.07.2016

"Vogliamo l'Esercito anche nel nostro comune. I militari dovrebbero presidiare le nostre piazze e strade, come fanno a Bagnoli e San Siro" è la richiesta fatta dal sindaco Gianluca Piva che ha inviato una richiesta formale alla Prefettura per avere una pattuglia fissa di militari ogni giorno in paese, che giri per la piazza e per le strade più frequentate dagli ospiti in arrivo dalle due ex basi di San Siro e Conetta.

NUDISTA PICCHIA I VIGILI CHE LO VOLEVANO MULTARE

  • 19.07.2016

Nudista picchia i vigili che lo volevano multare, l’aggressione è avvenuto lungo le rive del Brenta spesso utilizzate dagli amanti dell’abbronzatura integrale. Il sindaco di Fontaniva in questo periodo ha intensificato i controlli della polizia locale per multare i trasgressori al divieto. Due giorni fa però un uomo sorpreso nudo lungo la spiaggetta non ha esitato ad aggredire i due agenti che stavano compilando il verbale della sanzione

INSEGUE I LADRI E RECUPERA LA BORSA RUBATA

  • 19.07.2016

Furto alle piscine Splash di via dello Stadio. La coppia di ladri ha tentato di rubare il borsello di un bagnante, ma mentre cercavano di scappare con la refurtiva, la vittima si è accorta del furto e li ha inseguiti riuscendo a fermarli e a farsi restituire il maltolto. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno denunciato la coppia per furto aggravato.

CANCELLATA LA NOTTE ROSA

  • 19.07.2016

Cancellata la Notte Rosa delle Terme. Il commissario prefettizio Pasquale Aversa ha messo la parole fine alla manifestazione ideata da Luca Claudio nel 2011 e che quest’anno si sarebbe dovuta svolgere il 3 settembre. La manifestazione è stata cancellata ufficialmente per motivi di ristrettezza di bilancio e di sobrietà, ha scritto Aversa in una nota, di fatto però questo provvedimento sancisce la fine dell’era Claudio. Il commissario ha fatto sapere che incontrerà le categorie di commercianti e albergatori per definire un calendario di eventi per il periodo autunnale e natalizio.

SUB MUORE AL LARGO DI PORTO LEVANTE

  • 18.07.2016

E’ morto mentre stava facendo un’immersione subacquea una delle sue grandi passione, Paolo Masiero, 70enne del paese. La tragedia è avvenuta domenica al largo delle acque di porto Levante mentre stava esplorando il relitto marino di Stella Maris. Il sub molto probabilmente è stato stroncato da un malore. Tragedia anche in montagna nell’agordino dove un padovano di 57 anni è morto precipitando da un burrone mentre passeggiava con la moglie.

AGNA: PROFUGO IN BICI CON IL FRIGO IN TESTA

  • 18.07.2016

Fa discutere la foto scattata da alcuni residenti, dove si vede un profugo che gira in bicicletta per le strade del paese trasportando un frigorifero sulla testa, in precario equilibrio. Si tratta di un ospite del centro profughi di Conetta pare abbia trovato il vecchio frigorifero davanti ad una abitazione fra Agna e San Siro di Bagnoli.

ANGUILLARA: RAVE PARTY SULL’ADIGE, PROTESTA DEI RESIDENTI

  • 18.07.2016

Musica ad alto volume no stop dalla tarda serata di sabato fino alle prime luci dell’alba di domenica, residenti inferociti non hanno chiuso occhio per colpa di un rave party lungo le rive dell’Adige in località Boschetto, luogo molto frequentato dagli amanti di queste feste.. Numerose le chiamate arrivate alle forze dell’ordine.

“HO BISOGNO DI LAVORO” DISTRAE E DERUBA ANZIANA

  • 18.07.2016

Ha approfittato della buona fede e dopo aver avvicinata un’anziana con la scusa di chiedere un lavora, l’ha derubata di un braccialetto. L’episodio è avvenuto sabato sera in via Marziale ad Este. La 71enne stava passeggiando verso casa quando è stata affiancata e abbracciata da una giovane donna che l’ha distratta e poi è fuggita via strappandole il bracciale d’oro del valore di circa 200 euro. Indagano i carabinieri.

APP SMARTPHONE TABLET

RIMANI IN CONTATTO