NOTIZIE BASSANO TG



 

29.10.2014
ADICO FALLISCE, POLO SANTA CHIARA BLOCCATO
Polo museale Santa Chiara di Bassano. Che qualcosa non funzionasse era ben evidente. Ora è ufficiale: è fallita la ditta Adico, srl, l’azienda di Maser che aveva vinto l’appalto per la realizzazione del sito. La dichiarazione di fallimento è stata pubblicata nel sito del tribunale di Treviso, allungando così di fatto l’iter di costruzione, già fortemente rallentato. Ancora parecchia strada da percorrere. Se si considera che Adico ha effettuato lo scavo e consolidato le fondamenta del sito su cui dovrà sorgere la struttura. E il pensiero corre alla copertura finanziaria del progetto, una spesa di 11 milioni e mezzo di euro in gran parte finanziati dalla fondazione cari-verona

29.10.2014
4 ARRESTI PER LA CRUENTA RAPINA ALLA GIANTE
4 arresti relativi alla cruenta rapina messa segno il 17 ottobre 2013 ai danni del laboratorio orafo Giante di Marchesane di Bassano, che fruttò oltre un milione di euro. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa specialmente per l’unico incensurato, Cristian Baldan, 43 anni di Fiesso d’Artico, insospettabile funzionario della Bartolini, proprietario del garage dove i carabinieri di Vicenza ritrovarono un vero e proprio arsenale, con armi di ogni tipo, kalashnikov, munizioni ed esplosivo. Oltre a lui arrestati Massimo Nalesso, 59enne, Moreno Monetti, 56enne di Dolo e Simone Rampin, 39enne di Fossò. Non si esclude la vicinanza di due di loro alla mala del Brenta. Le indagini erano nate proprio a seguito della rapina alla Giante. I malviventi, allora, attesero che arrivasse il proprietario, Antonio Zonta, quindi lo minacciarono e picchiarono colpendolo ripetutamente sulla fronte con il calcio della pistola e intimandogli di aprire la cassaforte. Riuscirono ad arraffare 25 kili di metallo prezioso semilavorato, per poi scappare a bordo di un’audi, rubata in precedenza, così come negli altri colpi. Secondo gli investigatori la banda avrebbe messo a segno almeno altri tre colpi a Bressanvido e Nanto, racimolando un bottino che superava i 2 milioni di euro. Denaro sparito, ed investito probabilmente all’estero. Colpi studiati nel dettaglio, tanto che in una delle audi trovate abbandonate gli inquirenti hanno rinvenuto grossi chiodi pronti da gettare come scia durante eventuali gli inseguimenti. Le indagini continuano. Secondo i militari potrebbero esserci altri complici.

29.10.2014
PROCESSO ETRA, SOPRALLUOGO DEL GIUDICE AGLI IMPIANTI
Sopralluogo del giudice Deborah De Stefano stamattina agli impianti di Etra in Via dei Tulipani a Bassano. Il giudice chiamato ad accertare eventuali responsabilità penali nell’ambito del processo per la morte di Gino Bortollon, il dipendente della multiutility deceduto la sera dell’8 marzo del 2010, ha voluto verificare sul campo il funzionamento del macchinario dentro il quale il 39enne è rimasto schiacciato. Presente stamattina anche il sostituto procuratore Gianni Pipeschi, titolare del caso. Un processo che ormai è alle battute finali. Per fine anno, con ogni probabilità, si arriverà alla sentenza.

29.10.2014
UN CASO DI TBC NEL CENTRO DIURNO PER NON AUTOSUFFICIENTI
Prima la scabbia, ora la TBC. A Bassano è ancora allarme per la diffusione di queste gravi malattie infettive. Il caso di tubercolosi è stato registrato in uno dei centri diurni per persone non autosufficienti della città. Una signora sui 70 anni, ammalata da tempo, è risultata positiva alla TBC. Così il servizio d’igiene dell’ulss ha disposto per gli ospiti, per i loro famigliari e per operatori della struttura la cosidetta sorveglianza mediante l’esecuzione del test di Mantoux. Un esame che permette di riscontrare la presenza dell’infezione anche allo stato latente. Per avere il risultato, dopo la micro iniezione si devono attendere dalle 48 alle 72 ore. I test verranno effettuati nel centro diruno stesso lunedì prossimo ed entro la settimana prossima ci saranno gli esiti. Le persone che risulteranno positive dovranno poi sottoporsi a un serie di controlli per un periodo di due anni. Anche sul fronte scabbia proseguono i controlli... gli alunni continuano ad essere monitorati. i genitori devono verificare la comparsa di eventuali arrossamenti sul corpo dei bambini fino al 4 dicembre.

28.10.2014
EBOLA, ZAIA: “QUARANTENA MILITARI NEGLI STATI UNITI”
Quegli 11 soldati americani di ritorno dalla Liberia che stanno passando tre settimane in isolamento alla caserma “Del Din” di Vicenza per rischio Ebola piace poco al presidente del Veneto Luca Zaia. A loro, tra poco, se ne aggiungeranno un'altra settantina. L’amicizia con gli Stati Uniti non è certo messa in discussione, spiega il Governatore, ma risulta poco comprensibile perché dei cittadini americani debbano passare il periodo di controllo in Veneto e non nella loro nazione di appartenenza. Una questione che Zaia ha intenzione di porre anche all'ambasciatore americano. Un dato intanto, per Zaia, è sicuro: alla nostra Regione tocca porsi il problema per il fatto che altri, a livello nazionale, non se lo pongono.

28.10.2014
MILITARI DALLA LIBERIA A VICENZA: HA DECISO IL PENTAGONO
La scelta di far rientrare a Vicenza i militari americani impegnati in Liberia è stata presa dai vertici dell’esercito degli Stati Uniti. A parlare è il generale Deryl Williams comandante del contingente che ora è stato posto in isolamento precauzionale nella base Del Din per 21 giorni. Williams ha parlato, anche lui in quarantena ha parlato oggi in video conferenza con la sala stampa della 'Ederle'. I militari giunti dall’africa con atterraggio prima a Pratica di Mare e quindi all'aeroporto 'Marco Polo' di Venezia e poi giunti in un pullman militare fino a Vicenza sono al momento 11 tra cui due donne ed un Diplomatico. Ma Williams ha aggiunto che un altro contingente di 30-35 militari rientrerà in Italia mercoledì, ed altrettanti arriveranno nella giornata di sabato: portando ad un toltale di 87 il numero dei militari americani di rientro dalla Liberia. Secondo il generale Williami militari stanno "tutti stanno bene" e l'unica preoccupazione "resta l'eventuale rischio malaria, per il quale sta continuando la profilassi". Si trovano in un'ala separata dal resto della caserma e non possono avere contatti con nessuno. Ogni 12 ore sono sottoposti ad un controllo medico.

28.10.2014
82ENNE MUORE TRAVOLTA DA UN'AUTO
Stava attraversando la strada in compagnia della figlia quando è stata travolta e uccisa da un’auto. La tragedia si è consumata ieri sera intorno alle 19.30 all’altezza dell’incrocio tra le vie Carpellina e cristoforo Colombo a Bassano. Troppo violento l’impatto con la BMW guidata da un cittadino Kosovaro e per Massimina Baggio, 82 anni, di Rosà sbalzata a diversi metri di distanza dal punto dell’impatto, non ce stato nulla da fare. Nonostante i soccorsi siano stati immediati, vista anche la vicinanza del pronto soccorso, l’anziana è spirata poco dopo il ricovero al San Bassiano dov´era giunta già in condizioni gravissime. Incolume invece la figlia che stava camminando con lei, mentre è rimasta ferita in modo lieve l’altra persona che era in loro compagnia, trattenuta al san bassiano per accertamenti. Toccherà ora alla polizia locale chiarire le cause del violento incidente.

28.10.2014
CONSERVAZIONE E RESTAURO DELLA CARTA, TRE SEMINARI A VICENZA
Per una volta ad essere esposte non sono le bellezze delle pubblicazioni antiche ma i disastri che per il passare del tempo o per incuria possono colpire la carta, attaccando gioielli preziosissimi della nostra identità culturale, gioielli che vanno salvati dal rischio degrado. Organizzata all’archivio di Stato di Vicenza la mostra “La conservazione degli archivi - danni e guasti ai documenti” con pezzi che arrivano fino al 1300 si propone proprio questo. E vanta tra i propri partner anche l’IRIGEM di Rosà, l’unico centro di formazione professionale veneto che insegna il restauro della carta. Un’esposizione che si arricchisce anche di seminari di approfondimento dalle 9 alle 13 il 30 Ottobre, il 27 Novembre e il 13 Dicembre.

28.10.2014
PROTESTA DEGLI STUDENTI ALL' ISTITUTO AGRARIO PAROLINI
In protesta da oggi anche gli studenti dell’istituto agrario Parolini di Pove. Stamattina gli alunni si sono rifiutati di entrare in classe e fare lezione. Si sono radunati all’esterno della scuola per manifestare contro la carenza di aule e la conseguente situazione di disagio che devono affrontare quotidianamente durante le lezioni. Gli studenti del Parolini rivendicano il loro diritto ad avere una sede adeguata, dicono no alla scuola nei container, alla suddivisione della palestra per creare aule. Carenze che si protraggono ormai da anni e per le quali ora chiedono soluzioni definitive.

28.10.2014
LA CASERMA MONTEGRAPPA SARA' DELLA REGIONE VENETO
La caserma Montegrappa sarà della regione del Veneto e ospiterà il commissariato di polizia e la plostrada. L’annuncio è arrivato nel pomeriggio di oggi dagli assessori regionali Elena Donazzan e Roberto Ciambetti che non nascondono la soddisfazione per il risultato raggiunto. Oggi infatti la giunta regionale ha approvato l’accordo di programma con l’agenzia del Demanio che attualmente ne detiene la titolarità. Secondo l’accordo la regione realizzerà le opere necessarie all’utilizzo da parte delle forze dell’ordine in una porzione della caserma. Lo stato risolve quindi il problema del commissariato di polizia mentre la regione costruirà edilizia residenziale. La firma con il demanio avverrà tra qualche settimane poi scatterà la fase operativa di recupero dell’area.

27.10.2014
CISMON DEL GRAPPA: FINISCE CON L’AUTO NELLA SCARPATA, FERITO 45ENNE
Guardando l’auto distrutta macchina si temerebbe subito il peggio. In realtà botte e ferite per il conducente, un informatore farmaceutico di Marostica, 45 anni, uscito di strada stamattina mentre si recava al lavoro a Trento. Il sinistro è avvenuto in località Forte Tombion, lungo la Valsugana, attorno alle 8.50. Per cause in corso di accertamento da parte della polizia stradale di Bassano, l’uomo avrebbe perso il controllo del mezzo, una nissan qashqai, sbandando e finendo nella scarpata a lato della strada, carambolando più volte. Immediati i soccorsi. Il 45enne è stato trasportato al san Bassiano. Sul posto i anche vigili del fuoco

27.10.2014
OGGI SONO INIZIATE LE LEZIONI ALL’IPEA
Già finalmente oggi sono iniziate le lezioni per gli studenti dell’Ipea, l’istituto per estetisti ed acconciatori di Bassano, di cui ci siamo ampiamente occupati nei giorni scorsi, seguendo l’odissea dei ragazzi, tra aule indecenti insegnati insufficienti e stage a rischio. Pare che qualcosa si sia mosso. Un vero vespaio, quello che si è sollevato, tanto che stamattina anche alcuni ispettori direttamente dalla regione sono andati all’istituto di via Passarin. E certo non solo gli studenti, visto il ritardo con cui sono iniziate le lezioni, sono preoccupati. Anche i genitori temono per il futuro dei loro figli(VB)

27.10.2014
CASSOLA: IDENTIFICATO L’ANZIANO UCCISO DA AUTO PIRATA
E’ stato identificato il corpo dell’anziano trovato senza vita sabato mattina in via Marangoni a San Zeno di Cassola. Si tratta di Giovanni Battaglia, 89 anni, che viveva da solo a Bassano del Grappa. Come riportato già nei nostri tg, l’uomo sarebbe stato travolto da un’auto pirata ancora la sera di venerdì. Stava rincasando infatti in sella alla sua bicicletta, dopo una cena da parenti proprio a San Zeno, quando sarebbe stato colpito in pieno da un veicolo che si è dileguato senza prestargli soccorso. Al momento dell’incidente, non aveva alcun documento con sé, per questo ci è voluto un po’ di tempo prima di capire chi fosse. La polizia locale nord est vicentino sta svolgendo indagini per risalire all'identità dell'investitore

27.10.2014
SOLAGNA: CENTRA IN PIENO IL GUARD-RAIL, INCASTRATO NEL CAMION
E poco prima i vigili del fuoco di Bassano erano intervenuti in un altro incidente stradale, sempre lungo la Valsugana, per estrarre dall’abitacolo del camion che stava guidando un 60enne di Cittadella. L’uomo, per cause al vaglio degli inquirenti, all’altezza dell’uscita di Solagna, nel punto in cui le corsie da due diventano 4 ha centrato in pieno il guard rail che delimita la mezzeria. Violento l‘impatto, anche se fortunatamente il camionista ha riportato una frattura alla gamba ed è ricoverato in ortopedia a Bassano Traffico in tilt per diverso tempo fino a che il mezzo non è stato rimosso.

27.10.2014
CRISI: “IL PRIVATO DEVE SOSTITUIRSI ALLO STATO”
Sostegno alle famiglie in difficoltà, welfare, pensioni e previdenza integrativa. Argomenti caldi, di strettissima attualità, al centro di un dibattito in programma domani sera alle 20.45, al ridotto del teatro Remondini di Bassano. Tra gli ospiti la nostra Mirella Tuzzato, che porterà l’esperienza al banco alimentare di Reteveneta. Perché dichiara l’organizzatore, Francesco Celotto, dell’associazione sviluppo economia veneto, anche in una realtà come la nostra la povertà è una realtà. (VB)

27.10.2014
RIVOLUZIONE ULSS 15: ARRIVANO RADIOUROLOGIA E WEEK SURGERY
La benedizione del padre parroco e poi il taglio del nastro che apre finalmente le porte del nuovo sesto piano, nuovo perché oggi l’ulss 15 ha inaugurato un reparto di degenza, il week surgery, 10 stanze, 25 posti letto, 1150 METRI QUADRATI Un successo portato a casa in pochissimo tempo e con i costo messo già in bilancio dall’azienda Presenti all’inaugurazione tante autorità che hanno voluto ribadire l’importanza di questo momento, e di mantenere un livello alto a costi contenuti quelli che dovranno essere d’esempio per le altre regioni Tra le eccellenze dell’alta padovana il reparto di urologia ed oggi è stato presentato anche questo nuovo letto uro radiologico con la realizzazione di nuovi locali per radio urologie ed endoscopia urologico

27.10.2014
GRANDE GUERRA: IN RICORDO DI OTTO GALLIAN, SIMBOLO DI PACE
Una targa dedicata ad un soldato, Otto Gallian, che qui visse una delle pagine più cruente della storia, giorni di guerra, il primo conflitto mondiale di cui l’anno prossimo ricorre il centenario. Otto Gallian, assaltatore del 99° reggimento dell’esercito austro-ungarico, fu uno dei pochi ufficiali usciti indenni dal drammatico scenario del monte Asolone. Fu l’ultimo ufficiale ad abbandonare, quel 31 ottobre 1918, la trincea realizzata dal nemico sul monte nel comune di Pove del Grappa. Proprio all’interno di essa, teatro di morte allora, simbolo di pace oggi, è stata posizionata la lapide Un momento intenso, cui ha preso parte anche una rappresentanza della croce nera d’Austria,. Un momento di condivisione, di pace e fratellanza.(VB)

27.10.2014
CERAMICA: IMMAGINI DI IERI, PRODUZIONE DI OGGI
E’ crisi anche per il settore della ceramica, un settore che fino a trent’anni fa aveva dato parecchie soddisfazioni al bassanese e dintorni, per qualità e design. Oggi sono tantissime le aziende del comprensorio che hanno chiuso. Sono tantissimi gli artigiani gli artisti che si trovano in forte difficoltà. A loro è dedicato il convegno in programma stasera alle 20.30, a Bassano, in sala chilesotti. Per fare il punto della situazione, per guardare al passato e far rinascere il presente. Basti sentire alcuni dati Il bassanese Silvano Ferronato è convinto che la ceramica potrà avere un futuro e lo spiegherà stasera dunque. (VB)

27.10.2014
FIERA DI CITTADELLA: BENE IL COMMERCIO, MALE L’AGRICOLTURA
I soldi non scompaiono mai, neanche nei periodi di crisi, al massimo cambiano di tasca e se queste tasche si aprono ancora chi lavora nel commercio è soddisfatto. Alla fiera di Cittadella della crisi non arrivano che lievi echi. Ma basta spostarsi di poco, alla fiera franca, perché cambi l’aria. Qui, a sentire gli addetti ai lavori, va in scena il “de profundis” di allevamento e agricoltura di un intero territorio Ma non è solo la stagione, i problemi del settore sono diventati strutturali, e le speranze di risollevarsi sono poche. Da dove arriva allora la carne che si serve sulle nostre tavole.

27.10.2014
ASINELLI E CAPRETTE: LO SCONTRO ANCHE SU FACEBOOK
E’ diventato tema di dibattito anche su Facebook il destino dei tre asinelli e le due caprette di Vigodarzere. Da giorni, da quando abbiamo raccolto lo sfogo di Matteo Penello costretto dalla burocrazia a portare lontano i suoi animali dal suo campo perché la zona è ora edificabile, a decine i cittadini sul gruppo “Vigodarzere le problematiche della comunità” discutono e si confrontano. Pronti anche a dare il via a una raccolta firme tra i residenti che vogliono salvare gli asinelli per far giocare i propri bimbi. Tra i più attivi anche il vicesindaco che spesso ha incontrato Matteo. Là non possono stare, è irremovibile l’amministrazione. Anche se Matteo si è impegnato a migliorare le loro condizioni e non ripetere errori del passato. Intanto nella notte i 100% animalisti hanno tappezzato l’esterno delle case di assessori e sindaco con nuovi manifesti. Promettendo battaglia sino alla soluzione ottimale per asini e caprette, affezionati a padrone e bimbi.