BREGANZE TAGLIO DEL NASTRO PER LA SALA POLIFUNZIONALE

  • lunedì 6 maggio 2019

Grande emozione sul palco, a Breganze, per un progetto che sabato scorso, ha visto la sua realizzazione nella nuova sala polifunzionale. Con la benedizione sacerdotale, il taglio del nastro della sindaca e della sua squadra. La sala, che sorge al posto di un magazzino comunale fatiscente, evita quindi il consumo del suolo, in una zona ideale che è anche ingresso della cittadina di Breganze che negli ultimi anni ha visto una serie di piccoli interventi di riqualificazione che la rendono sempre più un gioiellino. Zona ideale, per la nuova sala, per quanti hanno accesso alla cittadina vocata al vino, adiacente alle scuole che diviene anche aula docenti, visto l'elevato numero dopo il recente accorpamento con le scuole di Molvena e Mason. Si tratta della prima sala pubblica di tali dimensioni, il cui progetto è stato concepito ancora nel 2015 grazie ad un avanzo di amministrazione, con l'investimento complessivo di 1milione e 200mila e gli arredi offerti da una nota catena di supermercati. I lavori, iniziati nella primavera dello scorso anno, hanno dato alla luce un sofisticato sistema di riciclo d'aria, il fotovoltaico per una massima efficienza energetica, con un'ottima coibentazione e insonorizzazione. Finiture di particolare pregio, come pavimenti e rivestimenti, ne fanno una sala davvero di alto livello, oltre che dalle linee architettoniche molto belle da ammirare dall'esterno. 220 posti per ospitare anche l'università anziani di Breganze, la realtà più importante dell'intera provincia di Vicenza, che conta ben 186 iscritti. Insomma, la grande emozione palpabile da parte di tutti, sabato scorso, ha avuto il suo perché.