ZAIA CHIEDE A CONTE LO STATO DI EMERGENZA PFAS FINO AL 2020

  • mercoledì 20 marzo 2019

Il Presidente della Regione Luca Zaia ha inviato al presidente del Consiglio Conte e al Capo del Dipartimento di Protezione Civile Angelo Borrelli, la richiesta di proroga di un anno dello stato di emergenza per la contaminazione da sostanze perfluoro-alchiliche (PFAS) delle falde idriche nei territori delle province di Vicenza, Verona e Padova. La domanda è stata fatta per permettere di completare tutte le opere acquedottistiche previste. Lo stato di emergenza sarebbe scaduto il 21 marzo. Data la complessità degli interventi, la proroga permette, infatti, di poter disporre del tempo necessario per l’avvio di tutte le opere, pari ai 56,8 milioni di euro.