UN PLEBISCITO DI STIMA PER GIANNI STEFANI

  • mercoledì 20 marzo 2019

Fuori da casa Stefani sventola la bandiera di San Marco. Gianni Stefani fu tra i fondatori della locale sezione della Lega Nord. Al piano terra lo spaccio carni San Valentino, aperto nel 1971 dal l'imprenditore trissinese. Il padre del ministro Erika Stefani, nato a Recoaro nel 1947 era cresciuto lavorando. Macellaio fin dall'adolescenza, uno spiccato senso per gli affari, accompagnato da equilibrio nelle scelte e negli investimenti, anche in edilizia. Prima il negozietto in paese, poi un altro a Cornedo, quindi lo spaccio in statale e un altro negozio di macelleria a Vicenza a S. Agostino. Presidente dell'Hockey Trissino dal 2002 al 2010. Ancora presto secondo il sindaco prevedere la data del rientro in Italia della salma di Giovanni Stefani. Il Governo è ovviamente al lavoro: nella peggiore delle ipotesi ci vorranno venti giorni perché la moglie Enrica, e i figli Manuel ed Erika e un po' tutta Trissino possa salutarlo per l'ultima volta.