CHIUSA DISCOTECA ABUSIVA, LA POLIZIA: «SCONGIURATA UN'ALTRA CORINALDO»

  • mercoledì 20 marzo 2019

Quando gli agenti sono entrati nel locale per l'ispezione, nel bel mezzo della notte con dj, musica e giovani intenti a ballare e a divertirsi, è bastato loro poco tempo per rendersi conto di quanto pericolosa fosse la situazione. Per il sovraffollamento, oltre ogni limite, e per la mancanza delle più elementari misure di sicurezza. Gli agenti della Polizia Amministrativa, coaudiuvati dai vigili del fuoco, hanno ordinato l'immediata sospensione dell'attività, facendo uscire tutti i presenti, ed in seguito il questore di Treviso Maurizio Dalle Mura ha emanato il provvedimento di chiusura. Salotto Mondano, questo il nome del locale, a Castelfranco Veneto. Al piano terra ristorante e pizzera, tutto in regola. Ma è al primo piano che le violazioni non si contano. In una sala di 200 metri quadri si tenevano nei fine settimana eventi con dj e musica, senza alcun tipo di autorizzazione. Una discoteca abusiva a tutti gli effetti. Sabato sera, durante il controllo, c'erano 650 giovani, tra di loro anche qualche minorenne, in uno spazio che secondo i rilievi dei vigili del fuoco poteva ospitarne al massimo 250. Un incidente o un attacco di panico incontrollato avrebbero potuto scatenare il caos con esiti tragici. Una trappola simile a quella di Corinaldo, dove a morire furono 5 giovani e una mamma. Sovraffollamento, ma non solo. Gli estintori pochi e non segnalati. Delle tre uscite di sicurezza, due non erano utilizzabili, bloccate dal guardaroba. E magari si sarebbero accalcati alle uscite sulle terrazze, adibite ad area fumatori, ma inservibili come vie di fuga. Che qualcosa non andasse era evidente anche agli avventori, ed infatti sono state proprio le segnalazioni di alcuni di loro a portare all'ispezione del locale. Oltre alla chiusura, sanzioni per 12mila euro a carico dei gestori, e l'obbligo di adeguarsi alle norme amministrative e di sicurezza.