COLPO ALLE POSTE CENTRALI, BOTTINO 50MILA EURO

  • martedì 19 marzo 2019

50mila euro il bottino e danni ingenti alla struttura tant'è che solo domani l'ufficio postale tornerà ad essere completamente operativo con l'apertura di tutti e otto gli sportelli, oggi,dopo un'intera giornata di lavoro ne è rimasta aperta la metà. Ed è caccia alla banda del buco che tra Sabato notte e domenica ha assaltato le Poste centrali di Conegliano in Via Cadorna. Nessuna ipotesi viene al momento esclusa dai carabinieri quel che è certo è che o ci si trova di fronte ad una banda di ladri davvero professionisti, tanto bravi da essere riusciti a conoscere con precisione millimetrica la mappa dell'edificio sfondando la parete nel punto esatto da consetire l'ingresso nell'ufficio della cassaforte, oppure, seconda ipotesi al vaglio, potrebbe esserci una talpa. Qualcuno che in possesso di queste informazioni le abbia trasmesse ai ladri. Disattivata l'allarme, Il commando è entrato dal retro dell'edificio dove c'è il magazzino dei portalettere per la corrispondenza. Da qui i malviventi sono saliti per un scala interna sfondando a picconate la parete del muro che porta all'ufficio dove è custodita la cassaforte, l'hanno aperta con un flessibile come poi hanno svuotato le cassette dei vari sportelli. Durante le operazioni hanno anche svuotato tutti gli estintori, riempiendo le stanze di polvere e schiuma, forse per impedire che le scintille del flessbile causassero un incendio. Alla fine hanno arraffato circa 50mila euro e sono fuggiti. Nessuno si è accorto di alcunchè fino al momento della riapertura degli uffici. Il personale ha lavorato per tutta la giornata per riuscire a riaprire gli sportelli, seppur parzialmente, questa mattina. Domani l'operatività delle Poste tornerà completa. Le indagini sul colpo sono coordinate dai carabinieri di Conegliano.