DANNI MALTEMPO: APERTE LE PROCEDURE DEL FONDO DI SOLIDARIETÀ NAZIONALE

  • martedì 19 marzo 2019

Asiago, Cismon del Grappa, Conco, Enego, Foza, Gallio, Recoaro Terme, Roana e l'intero territorio della provincia di Belluno. Sono queste le aree della montagna veneta interessate dalle importanti novità sui ristori dei danni subiti nel corso del fortunale dello scorso autunno. Per le imprese agricole del bellunese e del vicentino colpite dalla tempesta Vaja si apre infatti la possibilità di presentare domanda per accedere ai ristori agli interventi finanziari sostenuti dal Fondo di solidarietà nazionale. Lo ha deciso la giunta regionale su proposta dell'assessore all'agricoltura Giuseppe Pan, richiedendo al Ministero delle politiche agricole l'attivazione delle procedure del Fondo di solidarietà nazionale per fronteggiare la devastazione causata dall'ondata di maltempo. La proposta di declaratoria per le eccezionali avversità atmosferiche e di definizione delle aree danneggiate crea le condizioni per gli interventi di ripristino del capitale fondiario e delle scorte danneggiate. Ora gli agricoltori delle aree colpite dal fortunale potranno presentare le richieste di aiuto ad Avepa, l'agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura.