MORTA DOPO IL PARTO, 5 INDAGATI, IL MARITO: «VOGLIO SAPERE LA VERITA'»

  • lunedì 18 marzo 2019

Cinque tra medici e ostetriche iscritti, dalla Procura di Treviso, nel registro degli indagati, con l'accusa di concorso in omicidio colposo. L'autopsia già fissata per domani alle 16. Antonio Giordano, marito di Francesca Schirinzi, la mamma di 34 anni morta all'ospedale di Oderzo poche ore dopo aver dato alla luce il suo secondo figlio, lascia che l'inchiesta della magistratura faccia il proprio corso. Lo aveva detto dall'inizio, annunciando la denuncia che ha dato il via alle indagini, lo ribadisce ora: qualcosa in quella sala parto, non è andato come doveva. L'attacco cardiaco, le manovre rianimatorie, nessun defibrillatore. Tutto questo, dice, in un contesto in cui si si ritiene protetti, un ospedale, e seguiti passo passo in un parto non certo d'urgenza. Mercoledì, ad accertamenti conclusi, la famiglia riaccompagnerà la salma nel paese d'origine di Francesca, Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, dove i funerali dovrebbero svolgersi sabato.