OPERAZIONE ANTI-'NDRANGHETA: PRESTO PROBABILI NUOVI FILONI D'INDAGINE

  • giovedì 14 marzo 2019

Le 33 misure cautelari della vasta operazione anti ndrangheta di questa settimana potrebbero essere solo il primo passo di un'indagine che non si è affatto fermata ma anzi appare pronta ad arricchirsi di nuovi filoni. Oltre a 20 milioni di euro di beni, è stata infatti sequestrata una mole imponente di documenti cartacei e informatici che è ora al vaglio degli inquirenti. Sono intanto iniziati gli interrogatori di garanzia. Agli arrestati è contestata anche l’aggravante mafiosa. Si è invece conclusa la tre giorni davanti ai giudici del riesame per quello che riguarda le infiltrazioni della camorra nel Veneto Orientale. I ricorsi contro le misure cautelari sono stati tutti respinti tranne che, per un errore nella notifica, quello del consulente del lavoro Bruno Di Corrado. Il rispetto per il lavoro della magistratura il vicepresidente del Veneto Gianluca Forcolin lo chiede a tutti, non senza uno spunto polemico.