CAMPO MARZO: SICUREZZA E SOCIALE

  • mercoledì 13 marzo 2019

La faccia buia di Campo Marzo. Non il Sole, non i prati verdi, ma l'anima oscura del parco di Vicenza. Noi di Rete Veneta abbiamo più volte documentato anche grazie alle foto, ai video e alle testimonianze dei nostri telespettatori il degrado del parco che, dalla Stazione si stende fino al centro storico. Era il 5 febbraio quando abbiamo mostrato l'angolo, dietro a Piazza Esedra, dove i tossicodipendenti vanno a drogarsi. E i residenti ci avevano raccontato il loro inferno quotidiano. Noi di Rete Veneta avevamo dato voce a questi cittadini che chiedevano un progetto di riqualificazione di Campo Marzo a 360gradi e oggi l'amministrazione risponde con le due S: Sicurezza e Sociale. Sicurezza, con la vigilanza ed il presidio di polizia locale, ma anche investendo sul Sociale, con interventi di contrasto alla marginalità e alla tossicodipendenza. Il fatto che Vicenza Campo Marzo sia considerato un autlet della droga, che si compra a prezzi da saldo, è preoccupante. E l'assessore lancia un messaggio ai genitori dei giovanissimi: