BIMBO INVESTITO DA UBRIACO, ZAIA:« NESSUNA SCONTO DI PENA»

  • mercoledì 13 marzo 2019

Si trova ancora in coma farmacologico, in terapia intensiva all'ospedale di Padova il piccolo Thiago, il bimbo di Marostica travolto assieme alla mamma da un camioncino guidato da un uomo completamente ubriaco. Il bimbo, lo ricorderete, ha subito l'amputazione di un piede. I medici sulle sue condizioni non si esprimono. Sono gravissime le lesioni riportate, dopo essere stato scaraventato dal passeggino. Gravissimi i traumi alla testolina, dopo l'impatto con il mezzo finito a folle velocità sulla famigliola che stava mangiando un gelato in via Montegrappa. L'autista, l'impresario edile di Thiene, Pietro dal Santo, 58 anni, resta in carcere, con l'accusa di lesioni personali gravissime e guida in stato di ebbrezza. Deve rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale per essere scappato all'alt della polizia locale in via Monte Grappa. Una vicenda che ha scosso l'opinione pubblica. Lo stesso presidente Zaia non usa mezzi termini riferendosi al 58enne thienese. Intanto è stata operata anche la mamma del bimbo, che si era gettata sul passeggino per proteggere il suo piccolo dal veicolo impazzito, riportando la frattura di una gamba.