SPEDIZIONE PUNITIVA IN PIZZERIA, ARRESTATI GLI AUTORI

  • martedì 12 marzo 2019

Era stata una vera e propria spedizione punitiva che aveva lasciato a terra un italiano con ferite da taglio alle mani e uno sfregio dalla gola all'orecchio. Il tutto era avvenuto il 21 dicembre dell'anno scorso alla pizzeria “Avvenire” nel quartiere san Pio X. Oggi la squadra mobile ha rintracciato gli autori e arrestati. Azzallah Dhif 42 anni tunisino irregolare e pregiudicato sarebbe lui il promotore del raid punitivo dopo che in pizzeria aveva discusso animatamente con l'italiano che si sarebbe intromesso in difesa della fidanzata del 42 enne immigrato. Una rabbia che non aveva saputo contenere chiamando a raccolta altri due connazionali per appunto tornare e picchiare a calci e pugni l'italiano e poi sferraglio un colpo alla gola con un oggetto tagliente lasciandolo a terra sanguinante. Arrestato dovrà rispondere di lesioni aggravate. In manette anche l'altro aggressore Tarek Omri 39 anni rintracciato in un appartamento affittato a pakistani in quartiere San Pio X . Al tunisino sono stati trovati 13 grammi di cocaina in dosi e oltre 800 euro in contanti provento di spaccio due cellulari. Pluripregiudicato era già stato condanno a oltre due anni di carcere e poi nel 2017 rimpatriato con divieto di reingresso per 10 anni nel nostro paese ma già tornato su suolo italiano e tornato all'attività di spacciatore. Dovrà rispondere oltre che di lesioni aggravate anche di flagranza per droga e violazione del divieto di reingresso. Ricercato infine il terzo complice del pestaggio.