LA CITTA' DEL SANTO CAPITALE DELLA LOTTA ALLE MAFIE

  • lunedì 11 marzo 2019

Sarà Padova, il 21 marzo, la città al centro della Giornata della Memoria e dell'Impegno, appuntamento ora riconosciuto per legge, e dedicato alle vittime innocenti delle mafie. Inutile negarlo, anche a Nordest, anche a Padova, il pericolo che questi fenomeni sia presente è alto. E Padova, una delle capitali economiche del Nordest, vedrà un corteo sfilare da piazzale Boschetti a Prato della Valle, dove verranno letti tutti i nomi delle mille vittime innocenti della mafia. Don Luigi Ciotti, bellunese di Pieve di Cadore anche se poi cresciuto a Torino, vive dal 2014 sotto scorta. Nel 1995 ha fondato Libera, che riunisce 1600 associazioni che lottano contro le mafie in tutto il mondo. Veneto compreso. Chi è attratto dalle mafie si nasconde, diventa imprenditore. La mafia diventa più flessibile, entra in quell'area grigia tra il legale e l'illegale, difficile da individuare. L'appello è per assumersi più responsabilità, esporsi, dichiarare da che parte si sta pubblicamente. Troppo spesso oggi ci sono quelli che fanno finta di non vedere.