LADRI IN CASA. LE LACRIME DELLA PROPRIETARIA: «RUBATI I RICORDI DELLA MAM

  • sabato 9 marzo 2019

a parlare l'ennesima vittima dei ladri. La donna vive con il compagno in una villetta a Cavriè. E' stata lei per prima a scoprire il furto quando rientrata a casa intorno alle 20 si è resa conto che qualcosa non andava nell'atteggiamento del suo cane. Contemporaneamente un vicino la avverte che l'allarme era pochi minuti prima entrato in funzione. A quel punto la proprietaria di casa chiede all'uomo di entrare con lei nell'abitazione e quando arrivano nella camera da letto vedono tutto sotto sopra. Le altre stanze invece non sono state toccate. Facile a quel punto ricostruire la dinamica: i banditi passati dai campi hanno scavalcato la recinzione ma alla vista del cane hanno pensato bene di evitarlo salendo sulla tettoia, da qui hanno raggiunto la finestra al primo piano. Dopo aver scardinato il balcone sono entrati in camera nonostante fosse scattato il sistema di allarme.