"PROCURA AIUTACI": 100 MAMME NO PFAS PARTI OFFESE

  • sabato 19 gennaio 2019

Al grido di Procura Aiutaci, le mamme no Pfas hanno depositato i primi cento atti di persone offese con il mandato a farsi difendere dall'avvocato Matteo Ceruti di Rovigo. La domanda è quella di accesso al fascicolo relativo al procedimento penale nei confronti della Miteni di Trissino. Presentata anche la richiesta di appuntamento con i pubblici ministeri incaricati. La possibilità di accedere al processo non si è conclusa: le mamme no Pfas hanno organizzato altri tre incontri per raccogliere altre nomine che saranno presentate poi in Procura a Vicenza. Nel dettaglio gli incontri si terranno: il 22 gennaio a Lonigo, al centro Giovanile, il 5 febbraio a Montagnana al villaggio della Gioventù e il 6 febbraio a Legnago alla sala civica.