PFAS: A MONSELICE ORDINANZA PER LE ANALISI DEI POZZI

  • giovedì 27 aprile 2017

Analisi e censimento dei pozzi presenti nel territorio comunale. Il sindaco di Monselice ha firmato l’ordinanza che obbliga i cittadini ad effettuare gli opportuni controlli per escludere la presenza di pfas nell’acqua entro il 30 di giugno. Un piano messo a punto visto che il comune si trova nella cosiddetta area gialla, ossia una zona d’attenzione, compresa nel piano regionale di prevenzione. Nell’area di Monselice, ad oggi, non è stata rilevata la presenza di pfas nelle acque superficiali e sotterranee ma c’è il rischio di contaminazione vista l’estrema vicinanza e della connessione con i corsi d’acqua che invece sono stati contaminati dalla sostanza nociva. Ci sono 60 giorni di tempo per fare l’analisi dell’acqua poi i risultati devono essere spediti all’ussl 6 euganea. I campionamenti poi dovranno essere garantiti periodicamente anche per salvaguardare le produzioni agricole.