PFAS: LA REGIONE SI COSTITUISCE PARTE OFFESA, BLITZ DI GREEPEACE AL BALBI

  • giovedì 9 marzo 2017

La Regione Veneto si costituisce come parte offesa nei procedimenti relativi alle reato che dovessero emergere dalle indagini delle Procure sull’inquinamento Pfas. Mentre fuori da palazzo Balbi gli attivisti di Greepeace manifestano proprio per l’inquinamento da sostanze perfluoro-alchiliche che interessa un'ampia area del Veneto compresa tra le province di Vicenza, Verona e Padova e dopo il blitz dei NAS alla Miteni, l’assessore all’ambiente Bottaccin intende fare chiarezza una volta per tutte sulla posizione della Regione. Oltre ad aver sempre trasmesso le carte alle Procure, la Regione - afferma Bottacin – è impegnata nel duplice compito di tutelare la salute dei cittadini e trovare una soluzione strutturale al problema. Se l’acqua che esce dai rubinetti è sicura, ciò non toglie che la situazione è seria. Arpav è impegnata in analisi costanti ed è l’unica in Italia che si è dotata anche di macchinari specifici per questo tipo di analisi sulle acque.